PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Investimenti nelle infrastrutture, un tema chiave del 2019

Investimenti nelle infrastrutture, un tema chiave del 2019

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

04 Ottobre 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • “Il segmento dei trasporti, che incide notevolmente sulla domanda per infrastrutture, presenta opportunità di investimento interessanti”, spiega Anu Narula di Mirabaud

  • L’edilizia abitativa è una delle priorità dei governi di tutto il mondo, ed è considerata parte integrante del mandato per le infrastrutture

Le infrastrutture rappresentano un tema di investimento chiave per il 2019. Dal segmento dei trasporti all’edilizia abitativa, sono tanti i fattori che influenzano la crescita del settore infrastrutturale. A fare luce sull’argomento è Anu Narula, head of global equities di Mirabaud Am

Dall’incremento della popolazione mondiale alla velocità del processo di urbanizzazione, dal frequente ricorso alle energie rinnovabili allo sviluppo dell’automazione: sono solo alcuni dei fattori che fanno delle infrastrutture un tema di investimento chiave per il 2019. A dichiararlo è Anu Narula, head of global equities di Mirabaud Asset Management, che ha analizzato gli elementi che, quest’anno, hanno condizionato e continuano a condizionare la crescita degli investimenti nelle infrastrutture.

Occhio ai trasporti

Secondo Narula, accanto all’aumento del consumo dei dati e alla crescita del comparto logistico – tra gli altri – esistono anche dei fattori più tradizionali che influenzano l’andamento del settore infrastrutturale. In primis, il segmento dei trasporti. “Ne è un esempio l’aeroporto di Sydney – spiega Narula – che solo nel 2017, ha visto transitare circa 43,3 milioni di passeggeri, rispetto ai 10 milioni del 1990”.

Investimenti nelle infrastrutture, un tema chiave del 2019
Anu Narula, head of global equities di Mirabaud Asset Management

In particolare, l’aeroporto di quella che è considerata una delle più grandi città dell’Australia, raccoglierebbe circa il 40% della quota di mercato dei viaggiatori internazionali verso il continente e il 27% del totale dei voli commerciali. “L’azienda ha un contratto di locazione di 50 anni sulla struttura, con un’opzione di rinnovo per altri 50 anni – continua Narula – L’aeroporto è un caso particolare in quanto le attività non legate all’aeronautica, ad esempio i parcheggi, non sono coperti dal regolatore, il che garantisce rendimenti importanti su di essi”.

E l’edilizia abitativa?

Nel mirino dei governi mondiali ci sarebbe anche l’edilizia abitativa, oggi considerata “vera e propria parte integrante del mandato per le infrastrutture”, come precisa Narula. Un esempio? Housing Development Finance Corporation, una società di servizi finanziari con sede a Mumbai, pioniera della finanza immobiliare in India. “Hanno una quota del 40% del mercato indiano dei mutui ipotecari residenziali – precisa al proposito Narula – La penetrazione è bassa rispetto alle economie occidentali, ma sta crescendo rapidamente”. Una penetrazione che, secondo il gestore, si trasforma in un tasso di crescita del mercato del 15% per la società, salvo eventuali spostamenti di quote di mercato.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Outlook e Previsioni Mirabaud Am