PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

I multimilionari preferiscono l’Asia agli Usa

05 Settembre 2018 · Giorgia Pacione Di Bello · 2 min

  • I multimilionari sono aumenti del 31% a Hong Kong e del 7% a New York

  • Gli Usa restano il paese con il maggior numero di multimilionari: 80 mila individui contro i 27 mila tra Cina e Hong Kong

Secondo il recente report pubblicato da Wealth-X nel 2017 Hong Kong supera New York per numero di multimilionari

Hong Kong sorpassa New York per numero di multimilionari. Nel 2017, secondo lo studio: “World ultra wealth report 2018” pubblicato da Wealth-X, società che studia le persone più ricche al mondo, ad Hong Kong, i soggetti con un reddito minimo di 30 milioni di dollari, sono aumentati del 31%. Si sono dunque registrati oltre 10 mila multimilionari. Al secondo posto si è posizionata New York con un aumento di individui ad alto reddito del 7%, per un totale di 8,865 individui.

Hong Kong che sorpassa New York non riguarda il fatto che la grande mela abbia perso il suo splendore“, ha dichiarato Vincent White, coautore del rapporto. “È che Hong Kong è cresciuta in modo fantastico, alimentato da una straordinaria performance del mercato azionario”.

 

 

Secondo lo studio la ricchezza globale è infatti aumentata nel 2017 del 12,9%. A questa crescita è dunque seguita anche un incremento del numero di soggetti ad alto reddito, che sono arrivati ad essere 255.810 persone. Nel 2017, però è nelle zone asiatiche che si è registrato il maggior aumento di ricchezza, superando il 30%.
Nel dettaglio, in Cina la ricchezza è aumentata del 32,8%, mentre ad Hong Kong del 31,5%. Nella classifica dei paesi che attirano i multimilionari in decima posizione si posiziona anche l’Italia. Nel 2017 si è registrato infatti un aumento di ricchezza del 10.8% e gli individui ad alto reddito sono aumenti del 7,9%. In totale nel 2017 si sono dunque registrati 5,960 soggetti ad alto reddito.

 

 

 

 

C’è però da dire che gli Stati Uniti restano, ancora, la meta preferita dei multimilionari. Cina e Hong Kong, nonostante il notevole sviluppo economico raggruppano insieme 27 mila soggetti ad alto reddito, contro gli 80 mila americani. L’economia americana rimane inoltre ancora la più grande, con un prodotto interno lordo nazionale che ammonta a 18 trilioni di dollari, contro gli 11 della Cina. La zona asiatica non deve però essere sottovalutata. Il recente ritmo di crescita della zona asiatica è infatti senza precedenti. L’economia cinese è cresciuta del 6% negli ultimi anni, rispetto ad un 2% statunitense, il reddito pro-capite cinese è più che quadruplicato nell’ultimo decennio. E delle 30 città, con il maggior numero di multimilionari, 26 sono in Cina, tre negli Usa e una in Europa (Dublino).

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: