PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Elezioni Usa, verso la sfida Biden-Trump

Elezioni Usa, verso la sfida Biden-Trump

Salva
Salva
Condividi
Rita Annunziata
Rita Annunziata

18 Marzo 2020
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Joe Biden ha superato la quota di 1.100 delegati: per ottenere la nomination alla convention estiva di Milwaukee ne sono necessari 1.991

  • L’ex vicepresidente degli Stati Uniti ha dominato in Florida con oltre il 60% dei voti

  • Trump è ufficialmente il candidato repubblicano alle presidenziali di novembre

Nonostante l’emergenza sanitaria abbia coinvolto anche le primarie statunitensi spingendo alcuni Stati al rinvio delle votazioni, Joe Biden si prepara ad affrontare Donald Trump nella corsa alla Casa Bianca. Il candidato democratico ha conquistato anche Illinois, Arizona e Florida

I candidati per le presidenziali statunitensi di novembre sono ormai certi. Nonostante la chiusura dei seggi e il rinvio delle votazioni siano dilagate in diversi Stati a stelle e strisce sulla spinta dell’emergenza sanitaria, Joe Biden ha travolto il suo avversario democratico Bernie Sanders, superando la quota di 1.100 delegati (per la nomination alla convention estiva di Milwaukee ne sono necessari 1.991).

Nella tornata elettorale di martedì 17, l’ex vicepresidente degli Stati Uniti ha infatti dominato in Florida ottenendo il 61,9% dei voti contro il 22,8% del senatore del Vermont. Una vittoria fondamentale se si pensa che solo in Florida erano in palio 219 delegati, di cui 130 catturati da Biden. Anche in Illinois il distacco è stato decisivo, con il 59,1% contro il 36,1%. Meno importante, invece, il vantaggio in Arizona dove Biden ha superato Sanders per circa 12 punti percentuali, confermando però le previsioni di Nbc News e Marist polls di lunedì che ipotizzavano una vittoria del 53% contro il 36% (poi attestatasi al 43,6% contro il 31,6%).

Eppure, il dilagare dei casi di Coronavirus oltreoceano ha inevitabilmente condizionato le reazioni dei candidati. “Andare ai seggi in seguito al diffondersi dell’epidemia di Coronavirus è una decisione personale, rispettiamo qualsiasi scelta prendiate”, aveva dichiarato Bernie Sanders su Twitter rivolgendosi agli elettori mentre i seggi erano ancora aperti in Arizona, Florida e Illinois. “Il mio obiettivo in termini di campagna elettorale e come candidato alla presidenza è unificare il partito democratico e poi la nazione – ha aggiunto invece Joe Biden alla luce degli spogli – Quello che serve ora è speranza contro la paura, unità contro le divisioni, verità contro le menzogne e scienza contro la finzione”.

È ufficiale: Trump sarà il candidato repubblicano

Nel frattempo, arriva l’ufficialità per il partito repubblicano. In attesa della convention di Charlotte di fine agosto, Trump ha superato la quota dei 1.276 delegati necessari alla nomination per la corsa alla Casa Bianca. Il presidente degli Stati Uniti ha infatti raccolto 1.330 delegati, lasciandone soltanto uno all’ex governatore del Massachusetts dal 1991 al 1997 Bill Weld.

Rita Annunziata
Rita Annunziata
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Outlook e Previsioni