PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Coronavirus: come lo affrontano i ricchi?

Coronavirus: come lo affrontano i ricchi?

Salva
Salva
Condividi
Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello

17 Marzo 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Se da una parte ci sono cittadini che fanno fatica a trovare la carta igienica nei supermercati. Dall’altra c’è chi prenota voli per ville in collina o isole

  • I voli dei jet privati risultano essere in aumento, rispetto all’anno scorso. E dunque chi può permetterselo scappa dalla città

Jet privati, ville, isole e mascherine in quantità industriali. Questa la risposta di alcuni individui ad alto reddito al coronavirus

“Se sei un miliardario ce la farai (a superare la crisi coronavirus)”. A dirlo è Stato Bernie Sanders, candidato alla presidenza democratica durante l’undicesimo dibattito del Partito democratico.
Ed è proprio Sanders a sintetizzare nel migliore dei modi la reazione al coronavirus di alcuni soggetti ad alto reddito.

Mascherina, jet privati e ville. In questo modo stanno rispondendo gli individui ad alto reddito alla pandemia globale. Se da una parte c’è chi fa fatica a trovare la carta igienica nei supermercati, presi d’assalto in questi giorni, e chi cerca di capire come lavorare nella maniera più ottimale da casa, dall’altra c’è chi prenota voli su jet privati e vola lontano dalle città. Meta? La villa in collina. Scappare nella casa di campagna nell’Idaho o nel Gloucestershire è la scelta più popolare al momento.

“Le persone (si fa riferimento in particolare ai londinesi) si stanno dirigendo verso le colline” dichiara il PR Mark Borkowsky. E dunque secondo il The Guardian le prenotazioni di voli su jet privati sono aumentati di 10 volte, rispetto all’anno scorso. I miliardari della Silicon Valley hanno deciso di andare in Nuova Zelanda. Esempio calzante è Peter Thiel, investitore di Facebook, che è scappato sulla sua isola di 193 ettari (447 acri) che si trova al sud del paese.

E dunque chi possiede case in campagna o isole è già volato in questi paradisi per cercare di allontanarsi dall’epidemia del coronavirus. C’è da sottolineare come queste persone hanno anche fatto una scorta, alle volte spropositata, di mascherine e materiale sanitario che stanno iniziando a scarseggiare.

Naomi Campbell, per esempio, prima di salire a bordo di un areo a Los Angeles si è messa una tuta protettiva bianca e una mascherina N95 3M, il modello che usano i medici negli ospedali e che scarseggiano. Tanta è stata la corsa alle mascherine specifiche contro il coronavirus e alle apparecchiature mediche che diversi medici hanno più volte fatto appelli di non comprare mascherine, dato che gli ospedali fanno fatiche a reperirle.

La corsa al riparo sulle proprie isole private e nelle case di campagna non è però tutto rose e fiori. Secondo Mitchell Moss, che insegna all’università di New York ha sottolineato come il coronavirus “distruggerò molti matrimoni dei ricchi… tutti questi mariti e mogli che viaggiavano molto, ora dovranno far trascorre del tempo con la persona che si sono sposati”.

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Outlook e Previsioni Europa