PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Consulenti: i clienti vogliono il contatto virtuale

Consulenti: i clienti vogliono il contatto virtuale

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

08 Ottobre 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Il 17% degli investitori ha inoltre comunicato con il proprio consulente tramite messaggi di testo e il 18% ha utilizzato una piattaforma di videochiamata

  • Il 44% degli investitori si è inoltre detto essere disposto a provare di utilizzare una piattaforma di videochiamata per comunicare con il proprio consulente

La prima ondata di Covid ha portato gli investitori ad interagire in modo virtuale con il proprio consulente. In questa situazione il ritorno alla normalità e dunque all’incontro faccia a faccia, risulta essere troppi prematuro

Continua il contatto virtuale con il proprio consulente finanziario. La prima ondata di Covid ha portato insieme alle restrizioni un modo diverso di comunicare con il proprio advisor. E dunque al posto che il solito faccia a faccio si sono preferite, le chiamate, le video chiamate o i messaggi.

Secondo una ricerca di Spectrem Group (società che si occupa anche di analisi patrimoniale) fatta a maggio 2020, solo il 16% degli investitori non aveva comunicato con il proprio consulente dall’inizio della pandemia. Più di un quarto aveva interagito con il proprio professionista 4 o più volte dall’inizio della pandemia. E tra queste persone quasi due terzi sono rimaste piacevolmente colpiti dal proprio consulente a seguito della reazione instaurata. Il report evidenziava però anche come i due terzi delle comunicazioni effettuate erano state fatte per telefono, poco più di un quarto tramite e-mail e il restante usando anche altri mezzi tecnologici.

Ora che gli individui non sono più in quarantena, come avvengono le interazioni e come si svolgeranno probabilmente in futuro?

Secondo il nuovo report della società gli investitori hanno apportato alcuni cambiamenti comportamentali negli ultimi 6 mesi. Più di un quarto ha aumentato il proprio utilizzo delle app bancarie e quasi un quarto ha iniziato a utilizzare le funzionalità di drive-up della propria filiale bancaria. Il 17% degli investitori ha inoltre iniziato a comunicare con il proprio consulente tramite messaggi di testo e il 18% utilizzando una piattaforma di videochiamata. Il 44% degli intervistati ha inoltre detto di essere disposto a provare ad usare una piattaforma di videochiamata per comunicare con il proprio consulente. E infine un terzo vorrebbe inviare messaggi di testo al proprio advisor finanziario per comunicare in merito alla propria situazione finanziaria.

elaborazione Spectrem Group

 

Ma non finisce qua perché la ricerca ha anche evidenziato come in futuro, oltre la metà degli investitori prevede di recarsi presso l’ufficio del proprio consulente per le riunioni. Mentre un terzo si aspetta che quegli incontri continuino ad essere virtuali. Tutti quelli che vorrebbero incontrarsi di persona il proprio advisor, la  metà desidera che il proprio consulente indossi una maschera durante l’incontro. Ma, più della metà degli investitori preferirebbe eseguire le varie transazioni finanziarie e riunioni senza interagire di persona, se possibile.

E infine il report sottolinea come questa situazione di stallo durerà ancora per molto e dunque è importante che il cliente capisca in primis che mezzo di comunicazione vuole usare con il consulente e poi informarsi se questo è disponibile a livello di banca.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Outlook e PrevisioniConsulenti