PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Cina, invecchiamento popolazione è opportunità

Cina, invecchiamento popolazione è opportunità

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

27 Marzo 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Secondo l’Us Census Bureau la popolazione cinese diminuirà a partire dal 2027

  • Il fattore forza lavoro è però solo uno degli elementi della crescita economica e il governo cinese sta attuando una serie di riforme strutturali

La Cina farà in tempo ad essere giovane e ricca? A questa domanda tenta di rispondere Schroders in una sua analisi avente ad oggetto l’invecchiamento della popolazione nel Paese di Mezzo

La popolazione cinese in età da lavoro ha raggiunto l’apice. Ciò vuol dire che di qui in poi la forza lavoro si ridurrà sia in termini assoluti che relativi sul totale. Numero che è a sua volta in diminuzione dal 2027, secondo quanto stima l’Us Census Bureau. Da questa constatazione prende le mosse l’ultima analisi di Craig Botham, emerging markets economist, Schroders. In due parole, la Cina sta cominciando a vivere lo spauracchio di ogni economia avanzata: l’invecchiamento della popolazione.

cina invecchiamento popolazione
Fonte Us Census Bureau

Un problema nasconde sempre delle opportunità

Secondo l’analista, l’interpretazione più comune è che il Dragone sia cresciuto così tanto grazie alla sua immensa popolazione, facendo leva sulle sue condizioni demografiche per diventare la seconda economia mondiale. Secondo questa lettura, la popolazione cinese ora sta invecchiando e di conseguenza il percorso di crescita non può che essere giunto alla fine.

Questa visione, tuttavia, è solo parzialmente corretta. Non c’è dubbio sul fatto che la Cina stia invecchiando, ma non è detto che ciò sia necessariamente disastroso per la crescita e gli investitori.

Considerano andamento dell’età mediana cinese e proiezioni, è evidente che la Cina sia invecchiata e che continuerà ad invecchiare. In base a questo indicatore, il Paese diventerà più ‘vecchio’ degli Stati Uniti nel 2021 e sarà vecchio quanto il Giappone per il 2045. Ciò significa che la Cina invecchierà prima di diventare ricca? La risposta a questa domanda è soggettiva, nel senso che dipende dalla definizione di “vecchio” e di “ricco”.

La forza lavoro è solo uno dei fattori della crescita economica

L’invecchiamento della forza lavoro di per sé non implica che la Cina “non diventerà mai ricca”. A condizione che la produttività sia elevata, è possibile continuare a crescere anche a fronte di una manodopera in contrazione.

Un ripasso di economia: il modello do Solow

Secondo il modello di Solow, si può scomporre la crescita economica in tre elementi principali. La crescita della forza lavoro, la crescita dello stock di capitale e la crescita della produttività totale dei fattori. Ossia, l’efficienza con cui si possono combinare lavoro e capitale, la quale aumenta grazie al progresso tecnico e tecnologico.

La Cina è stata in grado di crescere ad un passo sostenuto al di là delle dimensioni della sua forza lavoro, e potrà continuare a farlo. L’invecchiamento della popolazione non è per ora un freno alla crescita. E’ la produttività il fattore decisamente più importante per l’andamento della crescita.

Le riforme in atto sostengono la produttività

Made in China 2025 è un tentativo esplicito di risalire la catena del valore nella produzione, incrementando così la produttività sia del capitale che del lavoro in modo significativo. Tuttavia, altre misure come le riforme fondiarie potrebbero essere più problematiche, data la fondamentale incompatibilità tra l’ideologia del Partito Comunista e il concetto di proprietà privata dei terreni agricoli.

Con la giusta combinazione di politiche, il declino demografico della Cina può essere meno problematico di quanto appaia. La sfida sarà adottare tale combinazione sotto la guida di una leadership che reputa parte della soluzione come politicamente poco appetibile.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.
ALTRI ARTICOLI SU "Outlook e Previsioni"
ALTRI ARTICOLI SU "Cina"
ALTRI ARTICOLI SU "Schroders"