PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Cina, la banca centrale lascia i tassi invariati

Cina, la banca centrale lascia i tassi invariati

Salva
Salva
Condividi
Teresa Scarale
Teresa Scarale

20 Dicembre 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva

Anche la Cina lascia fermi i tassi di interesse di riferimento, con qualche riduzione tecnica. Si conferma quindi la massiccia politica di sostegno alla liquidità del suo sistema finanziario interno

Anche la Banca popolare di di Cina, come le “colleghe” occidentali, lascia i tassi invariati. I tassi di riferimento cinesi per i prestiti a breve e lungo termine sono infatti rimasti fermi a dicembre, così come il tasso di finanziamento a medio termine stabile a inizio mese.

Il Prime Loan Rate a un anno, rinnovato ad agosto per diventare un tasso di riferimento, si è attestato al 4,15% a dicembre. Il tasso di riferimento di un anno della banca centrale è sceso invece al 4,15% a novembre.

I tassi per i prestiti con scadenza quinquennale e di lungo periodo sono rimasti invariati al 4,80% a dicembre. Questi ultimi erano scesi per la prima volta da quando la PBoC ha rinnovato la struttura dei tassi di interesse in agosto, chiedendo ai finanziatori del paese di utilizzare il nuovo tasso Lpr per valutare i prestiti.

I nuovi tassi di prestito hanno quindi un valore mensile basato sulle quotazioni di 18 banche commerciali, ma nonostante gli sforzi della banca centrale per ridurre i costi del prestito, i tassi di interesse reali per le imprese e le famiglie sono rimasti elevati.

In data 20 dicembre 2019, Pechino ha poi ridotto il tasso di riacquisto inverso a 14 giorni al 2,65% dal 2,7% per sostenere la liquidità nel sistema finanziario.

La decisione della PBoC segnala “una pausa, ma non la fine, del ciclo di accomodamento monetario”. E’ quanto sostiene Julian Evans-Pritchard, analista di Capital economics. “Il recente calo dei tassi interbancari non è stato sufficiente per convincere la Banca ad abbassare il costo di finanziamento”, conclude l’analista.

Teresa Scarale
Teresa Scarale
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Outlook e Previsioni Banche Cina
ALTRI ARTICOLI SU "Outlook e Previsioni"
ALTRI ARTICOLI SU "Banche"
ALTRI ARTICOLI SU "Cina"