PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Trump chiude i voli, la Bce delude e le Borse vanno ko

Trump chiude i voli, la Bce delude e le Borse vanno ko

Salva
Salva
Condividi
Virginia Bizzarri
Virginia Bizzarri

12 Marzo 2020
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • La reazione delle Borse, tra le parole di  Trump e la delusione per le mosse della Bce

  • La sospensione dei voli dall’Europa  annunciata da Trump e la replica dall’UE

  • Le misure di Trump per sostenere l’economia

Borse a picco. Prima la chiusura dei voli decisa da Trump, poi la delusione per le misure annunciate dalla Bce: un mix esplosivo che ha fatto crollare le Borse e ha portato Milano a perdere quasi il 17%

Una nuova ondata di vendite ha travolto pesantemente tutti i listini. La mattinata era iniziata già male, dopo che, mercoledì, il presidente Trump, parlando alla nazione dallo Studio Ovale, aveva annunciato la chiusura dell’ingresso in Usa (dove i contagi hanno superato quota 1.200) a tutti i viaggiatori in arrivo dall’Ue. Nella giornata di giovedì 12 marzo, pochi minuti dopo l’apertura, Piazza Affari perdeva così già più del 5% per poi sprofondare ulteriormente dopo le mosse della Bce e chiudere le contrattazioni sfiorando il -17%, peggiore seduta  di  sempre. Il mercato non ha per nulla gradito le misure della Bce, che ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse e ha annunciato 120 miliardi in più per il ‘quantitative easing’ nel 2020. In profondo rosso anche le Borse europee. E’ crollata anche Wall Street, con l’ S&P 500 che che ha perso oltre il 7% ed è stato sospeso, facendo scattare i circuit breaker, ovvero lo stop degli scambi per 15 minuti.

Lo stop ai voli dall'Europa

Trump ha chiuso le frontiere e ha sospeso per 30 giorni i voli dall’Europa. Una misura, non applicata al Regno Unito, descritta dal presidente americano come “dura ma necessaria” per affrontare quello che ha definito un “virus straniero”. Il blocco sarà in vigore a partire della mezzanotte di venerdì 13 marzo (5.00 ora italiana). Nel suo annuncio, Trump ha puntato il dito contro l’Ue, accusando l’Europa di non aver preso le stesse precauzioni adottate dagli Stati Uniti quando avevano vietato i viaggi dalla Cina. Motivo per cui, ha affermato Trump, “un gran numero di nuovi cluster negli Stati Uniti sono stati seminati da viaggiatori provenienti dall’Europa”. Questo, a poche ore dalla dichiarazione di “pandemia” da parte dell’Oms. “Abbiamo fatto una mossa salvavita con la Cina, ora dobbiamo intraprendere la stessa azione con l’Europa”, ha puntualizzato Trump.

La replica dall'UE

La risposta dell’Europa non è tardata ad arrivare con il Tweet del presidente del Consiglio Ue Charles Michel che ha sottolineato la necessità di “evitare le perturbazioni economiche” e ha rassicurato che “l’Europa sta prendendo ogni misura necessaria per contenere la diffusione del covid-19, limitare il numero dei contagi e supportare la ricerca”. Nella mattinata di giovedì è arrivato poi il comunicato ufficiale di Charles Michel e della Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen: “il Coronavirus è una crisi globale, non limitata a nessun continente e richiede cooperazione piuttosto che un’azione unilaterale. L’Unione europea disapprova il fatto che la decisione degli Stati Uniti di imporre un divieto di ingresso sia stata presa unilateralmente e senza consultazione” recita il comunicato.

Le misure di Trump

Trump ha comunicato una serie di misure aggiuntive per fronteggiare l’emergenza da un punto di vista economico. Tra i provvedimenti, il presidente ha annunciato di aver incaricato la Small business administration (Sba) di fornire capitale e liquidità alle imprese colpite dal Coronavirus oltre che prestiti agevolati, per aiutare le piccole imprese a “superare le interruzioni economiche temporanee causate dal virus”. Trump ha poi chiesto al Congresso di aumentare ulteriormente i finanziamenti per questo programma di $ 50 miliardi. Ai soggetti più colpiti negativamente (persone e imprese) Trump ha chiesto al Tesoro di far slittare il pagamento delle imposte. Una mossa che per il presidente americano fornirà oltre 200 miliardi di dollari di liquidità aggiuntiva all’economia. Infine, il Trump ha invitato il Congresso a “considerare fortemente” di fornire agli americani sgravi fiscali immediati sui salari

 

Virginia Bizzarri
Virginia Bizzarri
Condividi l'articolo