PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Borsa Italiana, ecco perché è stato un 2019 da record

Borsa Italiana, ecco perché è stato un 2019 da record

Salva
Salva
Condividi
Livia Caivano
Livia Caivano

31 Dicembre 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • È stato registrato il numero più alto di ammissioni dal 2000

  • Capitalizzazione complessiva delle società quotate: 651 miliardi di euro, in crescita del 20,1% rispetto a fine 2018

  • Performance del Ftse Mib: +30,4% (al 23 dicembre 2019)

41 nuove società, 215 nuovi Etf, capitalizzazione complessiva per 651 miliardi e la prima ipo in Europa per ammontare raccolto, quella di Nexi. Tutti i dettagli dell’anno di Piazza Affari

A fine dicembre 2019 secondo i dati pubblicati da Borsa Italiana a fine 2019 sono 375 le società quotate sul mercato italiano. 242 le società sul mercato Mta di cui 78 star, uno strumento societario Fia su Miv e 132 su Aim Italia. Sono 87 le società quotate sul Global Equity Market, il mercato Mtf che ospita titoli internazionali, e 15 i fondi chiusi su Miv.

Durante il 2019 sono statte realizzate 41 ammissioni di cui 35 Ipo (erano state 31 nel 2018 e 32 nel 2017): 4 su Mta, di cui due su Star, e 31 sull’Aim. Si aggiungono poi sei ammissioni derivanti da fusioni e business combination. Nel corso dell’anno si sono registrati i passaggi di mercato da Aim a Mta segmento Star.

Risale ad aprile 2019 la quotazione su Mta di Nexi, uno dei più importanti collocamenti internazionali dell’anno e la prima ipo in Europa per ammontare raccolto.

 

Al 23 dicembre, l’indice Ftse Italia All Share registra un aumento del 29,2% (max annuale 26.124 il 20 dicembre 2019; min 20.090 il 3 gennaio 2019). L’indice Ftse Mib registra un aumento del 30,4% (max annuale 24.004 il 20 dicembre 2019; min 18.218 il 3 gennaio 2019). L’indice Ftse Italia Star registra una crescita su base annua del 28,9% (max annuale e record storico 39.924 il 29 novembre 2019; min 30.833 il 2 gennaio 2019); l’indice Ftse Italia Mid Cap in crescita del 19,3%; l’indice Ftse Italia Small Cap in crescita del 27,8%. L’indice Ftse Italia Pir Mid Cap Total Return, sottostante di futures, ha registrato una performance positiva pari al 22,9%.

La capitalizzazione complessiva delle società quotate si attesta a 651 miliardi di euro, con una crescita del 20,1% rispetto al 2018. La capitalizzazione è pari al 36,8% del pil.

Intesa Sanpaolo è stata l’azione più scambiata per controvalore, con un totale di 61,4 miliardi di euro e la più scambiata in termini di contratti con circa quattro milioni di contratti.

Nell’anno il totale della raccolta è stato pari a 2,5 miliardi di euro da parte delle 35 società che si sono quotate sui mercati di Borsa Italiana attraverso ipo. In aggiunta ci sono state 10 operazioni di aumento di capitale con un controvalore di 363 milioni di euro. 14 le opa nel 2019, per un controvalore di 864,1 milioni di Euro.

Continua la crescita per Etf plus, il mercato dove vengono negoziati Etf, Etc/Etn. Al 23 dicembre gli strumenti quotati sono saliti a 1.266; durante il 2019 sono stati quotati 215 Etf. L’Asset Under Management ha raggiunto quota 81,2 miliardi di euro per gli Etf, 6,6 miliardi invece per Etc e Etn.

Nel 2019 si sono celebrati i primi dieci anni del mercato Aim Italia. Dal 2009 hanno debuttato oltre 180 società, appartenenti a dieci settori, per una raccolta complessiva pari a 3,9 miliardi di euro.

 

Livia Caivano
Livia Caivano
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Outlook e Previsioni Borsa Italiana ETF
ALTRI ARTICOLI SU "2018"
ALTRI ARTICOLI SU "Outlook e Previsioni"
ALTRI ARTICOLI SU "Borsa Italiana"
ALTRI ARTICOLI SU "ETF"