PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

BlackRock, azione batte ancora obbligazione

03 Ottobre 2018 · Francesca Conti · 5 min

  • Gli strategist della società consigliano di puntare soprattutto sulle azioni statunitensi

  • Per BlackRock l’espansione globale è ancora in corso, ma alle porte si presenta la minaccia di un inasprimento delle dispute commerciali

  • I portafogli dovranno essere più resistenti ad eventuali shock al ribasso

Per gli strategist di BlackRock le azioni, soprattutto provenienti dagli Stati Uniti, saranno la scelta vincente per l’ultimo trimestre. Prospettive “più opache” e “incombenti rischi politici” rendono invece l’Europa meno appetibile

Investire in titoli azionari vale ancora. Ne è convinta BlackRock, secondo cui per i prossimi mesi puntare sull’azionariato piuttosto che sulle obbligazioni rimane una scelta vincente. Nel Global Investment Outlook per il quarto trimestre dell’anno il BlackRock Investment Institute avverte: “Privilegiamo le azioni alle obbligazioni, ma osserviamo un difficile equilibrio tra l’aumento dell’incertezza a livello macro e una forte crescita degli utili societari”. Il modo migliore per prepararsi a questo scenario, secondo BlackRock, è puntare su portafogli “resilienti”. Un suggerimento che gli strategist della società di investimento traducono in esposizioni di qualità e azioni statunitensi, per cui sono previste migliori prospettive di guadagno per il 2018. Prospettive “più opache” e “incombenti rischi politici” rendono invece l’Europa meno appetibile, mentre l’azionariato giapponese non ha ancora un chiaro catalizzatore di crescita. Rispetto ai titoli a reddito fisso la scelta di BlackRock ricade sulle obbligazioni a breve termine sempre statunitensi e una posizione up-in-quality nel credito.

Secondo la visione degli investment strategist di BlackRock, lo scenario globale vede in atto una costante espansione, sostenuta dal forte ritmo di crescita degli Stati Uniti, così come la gamma dei potenziali successi economici. La società avverte però che alle porte di questa crescita si nasconde la minaccia delle dispute commerciali che potrebbero aggravarsi e le crescenti pressioni sui prezzi potrebbero generare rischi al ribasso. I graduali aumenti dei tassi statunitensi, infatti, stanno peggiorando le condizioni finanziarie a livello globale e hanno contribuito a periodi di volatilità oltre che ad una forte svalutazione delle monete dei mercati emergenti. Rischi che spingono BlackRock a insistere su portafogli più resistenti ad eventuali shock al ribasso.

Anche se la società di investimento rimane orientata verso le rassicurazioni dei titoli a stelle e strisce, non perde la fiducia nei confronti dei mercati emergenti, dove “la forza economica sta iniziando a tradursi in una sostenuta crescita dei profitti per la prima volta in un decennio”. Il mondo dei mercati emergenti è comunque stato colpito da una serie di shock specifici all’interno dei singoli Paesi e sta generando condizioni finanziarie che fanno pressione sulle nazioni maggiormente sottoposte alle vulnerabilità esterne. Il consensus di Thomson Reuters verso questi mercati per il 2019 indica tuttavia una crescita degli Eps del 12%, da mettere a confronto con un guadagno del 16% atteso dalla Cina e una crescita del 10% attesa a livello globale.

Cosa sta alimentando i guadagni dei mercati emergenti? Per BlackRock soprattutto “un’inondazione di nuove offerte” a maggior profitto che non sembra intenzionata a diminuire. Il settore tecnologico, per esempio, negli ultimi 20 anni ha aumentato dal 4% al 28% il proprio valore nel Msci Em Index e quest’anno il settore Tech ha l’azionariato dei mercati emergenti, nonostante la stretta di una più forte regolamentazione in Cina e i rischi derivanti dalle tensioni commerciali internazionali. “Sono ottimista rispetto ai mercati emergenti. Il drawdown è di dimensioni normali e ha avuto episodi di problematicità isolata”, commenta Gordon Fraser, Portfolio Manager di BlackRock Global Emerging Markets Equities. Per Fraser, “le economie dei mercati emergenti sono a metà ciclo (e non in ritardo) e le valutazioni sono diventate attrattive”.

Francesca Conti
Francesca Conti
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.