PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Banca Carige, la Bce dispone l’amministrazione straordinaria

02 Gennaio 2019 · Redazione We Wealth · 2 min

  • Amministrazione straordinaria per Banca Carige da parte della Bce. Sono stati nominati dei commissari straordinari e un comitato di sorveglianza

  • La Consob ha disposto la sospensione dalle negoziazioni dei titoli emessi dalla banca in attesa delle comunicazioni sul governo societario che dovrebbe arrivare in giornata

Il Consiglio di amministrazione di Banca Carige è decaduto. I commissari straordinari sono Fabio Innocanzi, Pietro Modiano e Raffaele Lener

Banca Carige è stata posta in amministrazione straordinaria da parte della Bce, dopo che la maggioranza dei membri del Consiglio di amministrazione ha dato le dimissioni. A comunicarlo è stato lo stesso istituito di credito, nel quale è stato specificato anche la nomina di Fabio Innocanzi, Pietro Modiano e Raffaele Lener come commissari straordinari. In particolare – si legge nella nota- (i commissari) adotteranno tutte le decisioni necessarie per la gestione operativa della banca, riferendone periodicamente alla vigilanza. La Bce ha inoltre nominato anche un comitato di sorveglianza composto da tre membri: Gian Luca Brancadoro, Andrea Guaccero e Alessandro Zanotti. Il provvedimento, conseguente alle dimissioni della maggioranza dei membri del Consiglio di amministrazione, darà maggiore stabilità e coerenza al governo della società che, quindi, sarà ancora più efficace nel servire, grazie ai propri dipendenti, i depositanti, i clienti ed il territorio. In continuità con la strategia in atto verranno proseguite da parte di Innocenzi, Modiano e Lener le attività di: rafforzamento patrimoniale, si bilancio commerciale attraverso recupero delle quote di mercato nei segmenti core, di derisking attraverso la riduzione dei non Performing Loan e di ricerca di possibili “business combination”. Questi elementi troveranno una sintesi nel piano industriale la cui predisposizione è già in corso. Tra i primi atti della rinnovata gestione dell’Istituto ci sarà anche l’avvio di riflessioni con lo schema volontario di Intervento del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (“SVI”) per rivalutare l’operazione alla luce del nuovo quadro venutosi a creare e al fine di consentire il proseguimento delle attività di rafforzamento patrimoniale dell’Istituto. Raffaele Lener afferma: “Essere stato nominato accanto agli esponenti apicali della banca, confermati nel nuovo ruolo commissariale, è indice della chiara scelta di dare continuità operativa alla banca all’interno della strategia già delineata”. Pietro Modiano aggiunge: “Il provvedimento semplificherà e rafforzerà la governance di Carige e di conseguenza l’esecuzione della strategia in un quadro di sana e prudente gestione”. Fabio Innocenzi, infine, conclude sottolineando che “I vantaggi in termini di stabilità della banca si tradurranno in benefici per i clienti, i dipendenti e il territorio”.

La decisione della Consob

Inoltre, anche la Consob con la delibera n.20771 ha disposto “la sospensione dalle negoziazioni dei titoli emessi o garantiti da banca Carige S.p.A. nelle sedi di negoziazione italiane nei quali i suddetti titoli sono ammessi alle negoziazioni”. La sospensione non si applica agli strumenti finanziari aventi come sottostante indici contenenti i titoli emessi da banca Carige. La richiesta è giunta proprio dallo stesso istituto di credito in attesa di comunicazioni riguardo il governo societario che verranno rese note presumibilmente oggi, dopo lo stop all’aumento di capitale da 400 milioni di euro causato dall’astensione del primo socio Malacalza Investimenti (27,5% del capitale)

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: