PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Revisione Solvency 2 tra dubbi e incertezze

Revisione Solvency 2 tra dubbi e incertezze

Salva
Salva
Condividi
Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello

08 Luglio 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • “La revisione della direttiva dovrà tener conto anche dell’impatto della crisi dovuta alla pandemia di Covid-19. E dunque diventa importante testare le proposte di modifica in diverse condizioni di mercato”, dichiara Alberto Corinti, membro del consiglio dell’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass)

  • Si dovrebbe arrivare al processo di revisione della normativa, se tutto procede secondo i piani, entro l’estate del 2021. Ma prima di allora sono veramente tanti i temi su cui si dovrà discutere

Il processo di revisione della Solvency 2 si inserisce in un momento delicato per le imprese del settore assicurativo. Si deve dunque agire con molta prudenza su cosa si deve modificare e in che misura

Nuova Solvency 2 alle prese con il coronavirus. La revisione del modello attuale deve fare i conti con la situazione del momento.

E quindi con la pandemia e gli strascichi economici avuti anche sul mondo assicurativo. Questo uno degli aspetti che è emerso durante il webinare: “Holistic impact assessment: i risultati italiani” organizzato dall’Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici (Ania). Il processo di revisione delle Solvency 2, spiega Fausto Parente executive director of the european insurance and occupational pensions authority (Eiopa), si inserisce dunque in un momento delicato per le imprese del settore assicurativo e dunque si dovrà agire con molta prudenza su cosa si deve modificare e in che misura.  Dello stesso parere è Alberto Corinti, membro del consiglio dell’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass), che sottolinea come “la revisione della direttiva dovrà tener conto anche dell’impatto della crisi dovuta alle conseguenze della pandemia di Covid-19. E dunque diventa importante testare le proposte di modifica in diverse condizioni di mercato”.

Il lavoro sulla revisione della Solvency 2 ha però subito dei ritardi a causa della pandemia. E infatti Parente ha spiegato come i lavori sarebbero dovuti finire entro fine giugno ma sono stati prolungati di altri 6 mesi. E inoltre alle imprese sono state chieste ulteriori dati, per cercare di capire anche l’impatto del coronavirus sul settore.

Il calendario rivisto prevede dunque diverse tappe:

  • 1° luglio – 21 ottobre: consultazione pubblica della commissione Ue sulla revisione di Solvency 2
  • 1° luglio: pubblicazioni delle specifiche tecniche e dei draft templates dell’Eiopa
  • 8 luglio: pubblicazione delle informazioni tecniche necessarie allo svolgimento della complementary information request (Cir)
  • 14 settembre: le imprese invieranno i dati della Cir
  • 24 settembre: questi verranno trasmetti all’Eiopa
  • Fine ottobre: discussione al Bos dell’Eiopa del final advice
  • Fine dicembre: trasmissione formale dell’Eiopa alla commissione Ue del final advice
  • Estate 2021: commissione Ue presenterà una proposta legislativa al parlamento e al consiglio per iniziare l’iter legislativo.

E quindi si dovrebbe arrivare al processo di revisione di Solvency 2, se tutto procede secondo i piani, entro l’estate del 2021. Ma prima di allora sono veramente tanti i temi su cui si dovrà discutere. Come per esempio il fatto che il meccanismo del volatility adjustment (Va) aumenta la volatilità. Questo inoltre risponde meglio nei casi in cui lo spread è basso. Quando si alza reagisce in maniera peggiore, rispetto agli strumenti in atto oggi. E infine in termini di  capitalizzazione complessiva, non ci sono evidenze – sottolinea l’Ivass- di capitalizzazione complessiva insufficiente. E dunque non ci deve essere una richiesta di maggiore capitalizzazione.

Insomma, i punti e le criticità evidenziate sono importanti. Ma c’è anche da dire che ci sarà un anno di tempo per riuscire a trovare la giusta strada da percorrere e su cui far evolvere la Solvency II.

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Leggi e NormativeAssicurazioniItalia
ALTRI ARTICOLI SU "ania "
ALTRI ARTICOLI SU "Leggi e Normative"
ALTRI ARTICOLI SU "Assicurazioni"
ALTRI ARTICOLI SU "Italia"