PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Immobiliare, dalle città alle periferie cercando una qualità di vita superiore

Immobiliare, dalle città alle periferie cercando una qualità di vita superiore

Salva
Salva
Condividi
Livia Caivano
Livia Caivano

26 Aprile 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Più di un intervistato su dieci (12%) ha scelto di lasciare un centro urbano per un agglomerato periferico o un’area rurale

  • Questa decisione può essere spiegata in particolare dal desiderio di sfuggire allo stress generato dalla vita urbana (17%) e di sfuggire all’inquinamento delle città (14%)

A livello globale, cresce sempre più il numero dei proprietari di case che decidono di abbandonare i centri urbani per le delocalizzazioni periferiche o rurali. Un report Hsbc indaga nelle motivazioni.

Inquinamento, alto costo della vita e mancanza di sicurezza sono i motivi che spingono i proprietari dell’immobiliare a lasciare i grandi centri urbani per trasferirsi in località rurali. Asostenerlo è la terza edizione del report HsbcBeyond the Bricks”, dal titolo “The Pollution Solution”.  Il report riflette le opinioni di quasi 12.000 proprietari di immobili in 10 paesi in tutto il mondo: Australia, Regno Unito, Canada, Stati Uniti, Messico, Francia, Emirati Arabi Uniti, Singapore , Malesia e Taiwan.

Abbandono di un centro urbano: l’inquinamento e la prospettiva di uno stile di vita più sano diventano punti di partenza comuni per i proprietari di tutto il mondo.

Il rifiuto dell’inquinamento e le sue conseguenze

Tra i proprietari di case in tutto il mondo, l’inquinamento che colpisce i centri urbani e l’apprensione delle relative conseguenze sulla salute è un punto di partenza comunemente condiviso. Più di un proprietario su dieci (14%) per giustificare la decisione di lasciare un centro urbano per un agglomerato periferico o l’ambiente rurale invoca questo argomento.

La prospettiva di uno stile di vita migliore

In tutto il mondo, quasi un terzo dei proprietari di case (29%) che hanno scelto di lasciare un centro urbano giustificano la scelta con il desiderio di beneficiare di uno stile di vita più sano e meno salutare.

La ricerca di un ritmo più lento di vita, favorevole al benessere psicologico

A livello globale, l’equilibrio tra i vincoli legati alla vita urbana e alla vita personale non è considerato particolarmente vantaggioso, al contrario: il 21% dei proprietari di case inizialmente decide in città una mossa verso una città periferica o centrale motivato dal desiderio di godere di un ritmo calmo e sereno. La Francia è notevolmente al di sopra di questa media, con quasi 6 proprietari su 10 che considerano questo argomento decisivo nella decisione di abbandonare un centro urbano.

La ricerca di un ambiente di vita sicuro, una condizione per la realizzazione della famiglia

A livello internazionale, la ricerca di un ambiente di vita sicuro sembra essere un criterio significativo per i proprietari di case: uno su tre ( 33%) giustifica questa scelta con la ricerca della sicurezza. La Francia è ben al di sopra di questa media mondiale, con il 43% dei proprietari che citano questo argomento.

Nella continuità della valorizzazione del criterio di sicurezza, gli agglomerati periferici e l’ambiente rurale sono anche visti come l’opportunità di beneficiare di un ambiente di vita più favorevole per fondare una famiglia, lontano dalla promiscuità dei centri urbani: in il mondo, più di due proprietari su dieci (23%) valutano questo criterio (il 28% dei proprietari in Francia).

In tutto il mondo, incentivi finanziari inclusi nella decisione di acquisto di un bene in una zona urbana periferica o in un ambiente rurale sono né esclusiva né assolutamente decisiva: in tutto il mondo, quasi un terzo dei proprietari di casa (31 %) ritengono che l’argomento finanziario non sia entrato in gioco nella loro decisione. Ciò è particolarmente vero in Francia, dove il 33% dei proprietari di case intervistate riporta una constatazione comparabile.

Il desiderio “di ottenere un buon rapporto qualità-prezzo”

A livello internazionale, invece, il desiderio di beneficiare di un investimento immobiliare massimizzata rimane una potente fonte di motivazione tra i proprietari di abitazione che hanno preso la decisione di lasciare i centri urbani a favore di una urbana periferica o rurale. Questo desiderio di “avere i soldi” è espresso da 27% dei proprietari, sia in termini di dimensioni, il livello dei servizi offerti. Questo argomento è la top ragioni finanziarie citate, tutti i paesi (29% dei proprietari francesi).

Una cura per il costo della vita

Non sorprende che il secondo motivo più frequentemente citato dai proprietari che hanno scelto un dispositivo agglomerato o di trasferimento nelle zone rurali è la volontà di godere di un minor costo della vita, questo argomento viene avanzata del 22% di loro. Comparativamente, la Francia è al di sopra della media mondiale, con il 26% dei proprietari che mostra un’aspettativa comparabile.

Livia Caivano
Livia Caivano
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Immobiliare Hsbc Europa
ALTRI ARTICOLI SU "Immobiliare"
ALTRI ARTICOLI SU "Hsbc"
ALTRI ARTICOLI SU "Europa"