PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

I giovani inglesi puntano sull’immobiliare per la pensione

I giovani inglesi puntano sull’immobiliare per la pensione

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

06 Giugno 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Secondo uno studio di Canada Life una persona su 10 (9%) di età compresa tra i 16 e i 54 anni si aspetta che la ricchezza accumulata attraverso le proprietà immobiliari sia la principale fonte di reddito negli anni della pensione

  • Solo un giovane inglese su cinque (il 21%) ritiene che i propri risparmi personali copriranno i propri fabbisogni di reddito futuri

Come sostenersi durante gli anni della pensione? Nel Regno Unito un giovane su 10 (il 9%) farà affidamento sulle case di proprietà. È quanto emerge da uno studio di Canada Life. Solo un over 55 su 5, invece, farà lo stesso ragionamento

Sostenersi durante gli anni della pensione? I giovani del Regno Unito fanno affidamento sulle case di proprietà. Secondo uno studio di Canada Life, asset manager basato a Londra, una persona su 10 (9%) di età compresa tra i 16 e i 54 anni si aspetta che la ricchezza accumulata attraverso le proprietà immobiliari sia la principale fonte di reddito negli anni della pensione. Il valore percentuale è tre volte più alto rispetto alla media di coloro che hanno dai 55 anni in su.

La ricerca ha anche suggerito che se circa la metà dei giovani sotto i 55 anni ritiene che la propria pensione statale o privata fornirà loro abbastanza denaro per sostentarsi durante il periodo della pensione, solo uno su cinque (il 21%) ritiene che i propri risparmi personali copriranno i propri fabbisogni di reddito futuri.

“Questa propensione è probabilmente influenzata dal fatto che molti individui sotto i 50 anni riceveranno pensioni meno generose in relazione al proprio sistema di contribuzione, rispetto alla maggior parte delle generazioni precedenti, che avevano maggiori benefit di pensionamento definiti”, ha spiegato Alice Watson, responsabile marketing e comunicazioni di Canada Life Home Finance. La ricerca illustra, in particolare, anche l’evoluzione del profilo del reddito pensionistico e aggiunge valore alla considerazione che oggi i prestiti vitalizi ipotecari siano utilizzati in ottica di pianificazione finanziaria generale”.

Più speranza che attesa

In base a quanto emerge dallo studio, ha aggiunto Watson, il 21% dei giovani del Regno Unito sembra quindi vivere “più nella speranza che nell’attesa”, con la ricerca che trova un numero significativo sottostimare la loro aspettativa di vita – e di conseguenza rischiare una mancanza di fondi sufficienti per il loro pensionamento. Watson ha sottolineato: “Esiste una gamma di prodotti a prestito vitalizio ipotecario che possono aiutare i clienti a godersi la loro vita futura, aiutandoli ad esempio a estinguere i debiti esistenti per migliorare il proprio stile di vita”.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Immobiliare Fondi pensioni