PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Da State Street una piattaforma per i servizi real asset fund

Da State Street una piattaforma per i servizi real asset fund

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

19 Giugno 2018
Salva
  • Gli investimenti infrastrutturali sono un mercato in crescita: a livello globale raggiungeranno i 70 mila miliardi di dollari entro il 2030

  • Gli investimenti infrastrutturali rappresentano la più grande opportunità del settore per investitori istituzionali e gestori di fondi privati nei prossimi decenni

  • State Street lancia una piattaforma dedicata ai servizi real asset fund per migliorare l’offerta per la clientela di tipo alternative

  • Per supportare la crescita dell’asset class, State Street annuncia l’assunzione di Kyle Alexander, all’interno della propria divisione Ais

Opportunità per gli istituzionali. La nuova piattaforma di State Street offrirà un’ampia gamma di servizi di investimento di back office per il real estate e per i fondi infrastrutturali

State Street punta sul real estate e lancia un’apposita piattaforma dedicata ai servizi real asset fund per migliorare l’offerta per la clientela di tipo alternative. L’iniziativa si pone come risposta alle crescenti esigenze degli investitori, in particolare nel settore delle infrastrutture.

 

Investimenti strutturali

“È fondamentale continuare a investire in modo mirato nelle nostre competenze in ambito real estate, comprese le infrastrutture, per soddisfare le crescenti esigenze dei nostri clienti in questo settore”, ha commentato Scott Carpenter, responsabile globale private equity e real assets fund services (Rafs) per il gruppo Alternative investment solutions (Ais) di State Street.
Le potenzialità in questo settore sono enormi. “Si stima che gli investimenti infrastrutturali a livello globale raggiungeranno i 70 mila miliardi di dollari entro il 2030, rendendo questa asset class la più grande opportunità del settore per investitori istituzionali e gestori di fondi privati ​​nei prossimi decenni”, ha infatti dichiarato l’esperto di State Street.

 

Perché investire in infrastrutture

Investire in infrastrutture potrebbe portare dei vantaggi, anche se bisogna sempre fare molta attenzione. Tra i principali si ricordano il fatto che i target di rendimento possono essere elevato, che la volatilità bassissima è bassa e che sono un tipo di investimento che offre un’ottima diversificazione e presenta una bassa correlazione con altre classi di attivo.

 

In cosa consiste questa piattaforma?

La piattaforma di servizi real asset fund offrirà un’ampia gamma di servizi di investimento di back office per il real estate e per i fondi infrastrutturali e sfrutterà la piattaforma di real estate già esistente della società, che gestisce circa 165 miliardi di dollari in termini di asset under administration nel comparto real estate ed è classificata come la più grande fra quelle dei peer di settore.

 

Rafforzamento del gruppo

Per supportare la crescita dell’asset class, la società ha annunciato anche l’assunzione di un esperto del settore delle infrastrutture. Si tratta di Kyle Alexander, che è stato inserito all’interno della propria divisione Alternative investment solutions (Ais) di State Street. Alexander – che ha alle spalle una solida esperienza in quest’area di attività (in precedenza ha, infatti, lavorato presso Global Infrastructure Partners, uno dei maggiori gestori in questo settore, in qualità di senior controller per il fondo infrastrutturale di punta della società) – sarà responsabile della strategia, della crescita e dell’esecuzione nell’ambito dei prodotti e risponderà direttamente a Barry Johnson, recentemente nominato in qualità di responsabile real assets fund services per il Nord America (che risponde direttamente a Carpenter) e a Cesar Estrada, responsabile product management private equity e real assets fund services per il Nord America.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
ALTRI ARTICOLI SU "Immobiliare"
ALTRI ARTICOLI SU "State Street Corporation"
ALTRI ARTICOLI SU "Alternativi"