PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Le agevolazioni prima casa trainano il mercato immobiliare

Le agevolazioni prima casa trainano il mercato immobiliare

Salva
Salva
Condividi
Stefania Pescarmona
Stefania Pescarmona

26 Luglio 2018
Salva
  • Le compravendite dei fabbricati abitativi sono aumentate nel 2017 del 9,33%

  • Oltre la metà degli immobili abitativi è stata acquistata con le agevolazioni prima casa

Crescono le vendite dei fabbricati abitativi, anche grazie alle agevolazioni prima casa, ma i prezzi scendono. I dettagli nel report del Notariato

Crescono le vendite dei fabbricati abitativi, anche grazie alle agevolazioni prima casa, ma si riduce il valore medio delle compravendite. Questo quando emerge dal quarto Rapporto dati statistici notarili (Dsn) che offre un’analisi comparativa degli anni 2017 e 2016 sull’andamento del mercato immobiliare, mobiliare, mutui, atti di donazione e costituzione di imprese.

In particolare, dal rapporto risulta che le compravendite dei fabbricati abitativi sono aumentate nel 2017 del 9,33% rispetto all’anno prima e si sono attestate su 553.654 unità vendute rispetto alle 506.398 precedenti.

Anche il mercato dei terreni agricoli ha registrato un segno positivo, con un +4,27%, mentre i terreni edificabili hanno registrato un incremento ancora maggiore, con una crescita a doppia cifra (+12,93%), segno evidente di un aumento di fiducia nel settore dell’edilizia, e in particolare delle nuove costruzioni.

Ovviamente, la parte del leone l’ha fatta ancora una volta il Nord, che ha assorbito il 55,39% del totale delle compravendite immobiliari in Italia, con una punta del 33,59% nel Nord Ovest (pari a ben 1.800 compravendite ogni 100.000 abitanti). Il Centro si è attestato invece su una percentuale del 18,23%, sostanzialmente identica al Sud (18,50%), mentre nelle Isole la percentuale è stata del 7,88%.

Come anticipato prima, oltre la metà degli immobili abitativi sono stati acquistati con le agevolazioni prima casa. “Su 553.654 compravendite di fabbricati abitativi effettuate nel 2017 per ben 310.880 è stata richiesta l’agevolazione prima casa, che viene maggiormente richiesta nella fascia di età 18-35 (con il 39,66%) – si legge nel report – Rispetto al 2016 le agevolazioni prima casa tra privati sono aumentate del 10,51%, mentre si sono ridotte del 3,55% quelle prima casa tra impresa.

Sul fronte prezzi, però, le notizie non sono positive per le compravendite dei fabbricati. Se infatti il 2016 aveva registrato un valore medio delle compravendite superiore ai 148mila euro, il 2017 ha fatto registrare un netto calo, portando il valore medio delle compravendite a una cifra di poco superiore ai 126mila euro.

In continua crescita la richiesta di mutui ipotecari erogati dagli istituti di credito, che si è attestata – a livello nazionale – a +6,77% per i finanziamenti sui fabbricati (360.377 mutui su fabbricati su un totale di 372.517 mutui ipotecari erogati in generale). In controtendenza solo Abruzzo e Valle d’Aosta, le uniche due regioni che hanno registrato una diminuzione del numero dei finanziamenti erogati nel 2017 rispetto all’anno precedente rispettivamente del -7,92% e -1,28%. In generale, la prevalenza va per finanziamenti di importo fino a 150 mila euro (il 71,6% del totale), ma l’incremento maggiore è stato registrato dai finanziamenti di importo compreso tra i 450 mila e i 500 mila euro, che sono passati da 1.044 mutui erogati nel 2016 a 1.410 nel 2017 (+35,06%), segno di una ripresa degli investimenti.

Pochi scostamenti tra il 2017 e il 2016, invece, in relazione all’età e al genere dei mutuatari. Le età maggiormente finanziate rimangono quelle dei 18-35 e 36-45.

Stefania Pescarmona
Stefania Pescarmona
Direttore di We-Wealth.com e caporedattore del magazine. Ha lavorato a MF, Bloomberg Investimenti, Finanza&Mercati. Ha collaborato con Affari&Finanza (Repubblica) e Advisor
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Immobiliare Italia