PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Vanguard, falla nella selezione investimenti dell’Etf Esg

Vanguard, falla nella selezione investimenti dell’Etf Esg

Salva
Salva
Condividi
Livia Caivano
Livia Caivano

26 Agosto 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • L’errore deriverebbe dall’indice sottostante FTSE Russell e la società ha detto che provvederà a svolgere controlli più puntuali

  • Vanguard è una delle società più importanti dell’industria e insieme a Blackrock e Ssga controlla 4 azioni su 10 delle più importanti corporate americane

Vanguard Group ha erroneamente aggiunto azioni di 11 società al suo Etf socialmente responsabile da 578 milioni di dollari. Tra queste, un produttore di armi e un operatore che si occupa di carcere privato

Per sbaglio nell’Etf Esg di Vanguard sono finite 11 società indesiderate. Non solo. Il fondo quotato si propone come sostenibile ma tra queste società, scivolate per sbaglio in portafoglio, ci sono produttori di armi e operatori di carceri private. Vanguard si è scusata con gli investitori: la portavoce Carolyn Wegemann ha precisato che si è trattato di un errore dell’indice sottostante fornito dal FTSE Russell, e che entrambe le società stanno provvedendo a realizzare nuovi controlli. La società ha accettato di fornire una giustificazione per tutte le future aggiunte ai suoi benchmark Esg e che Vanguard potrà poi esaminarli in modo indipendente. Il portavoce del FTSE Russel Tim Benedict ha sottolineato come la società sia “impegnata a rafforzare i nostri processi di controllo”, ma ha rifiutato di spiegare come sia stato commesso l’errore.

Come conseguenza dell’accaduto, scrive Bloomberg, i responsabili della supervisione di molti fondi negoziati in borsa si sono incontrati a Wall Street questa settimana per effettuare controlli di qualità sui loro Etf. L’errore di Vanguard è di lieve entità ed è stato subito risolto ma l’incidente ha sollevato dubbi su come i gestori degli Etf monitorino gli indici sottostanti ai loro portafogli, indipendentemente dal fatto che abbiano o meno un mandato socialmente responsabile.

L’importanza sul mercato di Vanguard

Agli inizi di agosto la Harvard Law School ha pubblicato uno studio dal titolo ‘The Specter of Giant Three’. Il riferimento è ai tre giganti dell’asset management mondiale, BlackRock, Vanguard e un po’ a distanza, State Street Global Advisor. Le tre società complessivamente gestiscono 14 mila miliardi di asset. La preoccupazione che emerge dal report riguarda la governance societaria: oggi i tre gruppi hanno un potere senza pari nella storia della finanza e controllano 4 azioni su 10 delle maggiori corporation statunitensi.

La Federal Trade Commission e il Dipartimento di Giustizia americano da qualche tempo monitorano la situazione e anche in Europa la Commissione Antitrust dell’Unione Europea tiene gli occhi puntati.

Secondo i dati di Harvard, le masse gestite di Blackrock e Vanguard sono destinati a crescere del 34% nei prossimi dieci anni e del 41% nei prossimi venti. La chiave di questa crescita sono proprio gli Etf, che con commissioni medie dello 0,2% si propongono come il futuro del risparmio gestito. Secondo un’analisi di Morningstar da soli BlackRock e Vanguard l’anno scorso hanno raccolto il 57% dei flussi dell’intera industria.

 

Livia Caivano
Livia Caivano
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Altri Prodotti Vanguard ETF
ALTRI ARTICOLI SU "Altri Prodotti"
ALTRI ARTICOLI SU "Vanguard"
ALTRI ARTICOLI SU "ETF"