PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Test di portafoglio: 9 filtri da applicare

Test di portafoglio: 9 filtri da applicare

Salva
Salva
Condividi
Gloria Grigolon
Gloria Grigolon

09 Novembre 2020
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva

Esg: un approccio “non finanziario che genera effetti finanziari”. Così Invesco torna a parlare di investimenti sostenibili. Lo fa, partendo da nove elementi chiave che, selezionati a dovere, possono tradursi non solo in fonti di opportunità, ma anche in strumenti di gestione del rischio

Tradizionalmente, il reporting ESG viene definito come ‘non finanziario’, trasmettendo l’idea che informazioni di questo tipo non siano indispensabili per la valutazione di portafoglio. “Una simile nozione” hanno però sottolineato da Invesco “è obsoleta e non tiene conto del valore considerevole che gli investitori attribuiscono ai criteri ESG, sia in termini di rischio finanziario che, sempre più spesso, delle consistenti opportunità di investimento che essi offrono”.

Rilevazioni alla mano, “riteniamo sia giunto il momento di cancellare l’espressione ‘non finanziario’ dal nostro vocabolarioe di iniziare a considerare le questioni ESG una parte integrante del reporting aziendale,da affrontare con lo stesso livello di rigore, diligenza e responsabilità riservato ad altri ambiti”.

9 filtri Esg in portafoglio

Etica professionale

L’etica aziendale è vista come un fattore correlato agli utili, nonché un fattore di rischio qualora essa sia di scarso livello (maggiore possibilità di multe, perdita di flussi di cassa, contratti).

Allocazione del capitale per il futuro

Strategie a lungo termine e relative allocazioni del capitale sono viste come strettamente legate alla sostenibilità del business nel lungo periodo.

Emissioni di carbonio

L’accordo di Parigi del 2015 siglato dalle Nazioni Unite si prefigge di raggiungere l’obiettivo globale di 2°C in meno entro il 2050, opzione che comporta opportunità, ma anche rischi regolamentari, sociali e fisici.

Governo d’impresa

Qualità del consiglio di amministrazione, remunerazione dei dipendenti, revisione contabile, efficacia dell’organo direttivo e trasparenza nel reporting sono indicatori chiave della qualità del business.

 

Clicca qui per scoprire la gamma di ETF ESG di Invesco

Privacy dei dati

Il controllo dei diritti dei consumatori per quanto riguarda la gestione dei dati, insieme alla sicurezza informatica, costituiscono un costo per l’azienda, ma un importante investimento per il futuro.

Salute e sicurezza

La salute e la sicurezza operativa hanno un impatto fondamentale sui costi aziendali. Ignorare tali costi vivi apre però al rischio di interruzioni o rallentamenti per l’attività.

Relazioni di lavoro

Le dinamiche della forza lavoro, il coinvolgimento dei dipendenti, la sostenibilità del fatturato, le relazioni sindacali, la diversità e le dinamiche di supply chain incidono su costi, ma anche sulla migliore produttività e sulla forza del brand.

Caratteristiche di prodotto

L’impatto del prodotto sulla società e la qualità dei materiali impiegati nella realizzazione hanno un legame diretto non solo sull’impatto sociale ed ambientale del business, ma anche sulla sostenibilità dei profitti.

Acqua, rifiuti e biodiversità

Un corretto impiego e una avveduta gestione delle risorse ambientali ha un impatto importante sull’ottimizzazione dei costi e sulla licenza sociale di operare.

 

Clicca qui per scoprire la gamma di ETF ESG di Invesco

Gloria Grigolon
Gloria Grigolon
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Altri ProdottiEsgInvesco
ALTRI ARTICOLI SU "Altri Prodotti"
ALTRI ARTICOLI SU "Esg"
ALTRI ARTICOLI SU "Invesco"