PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Il fondo Pharus Avantgarde si trasferisce in Lussemburgo

Il fondo Pharus Avantgarde si trasferisce in Lussemburgo

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

07 Febbraio 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • L’AuM dei fondi è pari a circa 75 milioni di euro, di cui 55 riferibili al fondo Pharus Avantgarde

  • Avantgarde ha chiuso il 2018 con una performance positiva di +1,69%

Il fondo lanciato dai gestori Stanislao D’Orta e Giuseppe Calabrese si sposta insieme a loro in Lussemburgo. Il fondo Avantgarde è un comparto Ucits che applica una strategia absolute return

Da oggi, 7 gennaio, il fondo Pharus Avantgarde cambia divisa. Lo strumento, tra i pochi ad aver chiuso con un guadagno il 2018, farà capo a Aism Luxembourg, società di gestione lussemburghese in cui sono entrati come partner i gestori del comparto. La paternità del fondo Pharus Avantgarde, insieme a quella del PlurInvest Kronos Fund, appartiene ai gestori Stanislao D’Orta e Giuseppe Calabrese. I manager facevano parte di Pharus, asset manager basato a Lugano, noto tra gli investitori svizzeri perché negli ultimi anni ha contribuito a portare sul mercato alcuni fondi absolute return dalle ottime performance. Diciotto mesi fa i gestori hanno lanciato il fondo Avantgarde basandone la strategia sulla volatilità. E oggi i professionisti, sbarcati nel Lussemburgo, si sono portati dietro entrambi i fondi. La Sicav rimane Pharus, il fondo non cambia nome, ma si sposta l’investment company.

L’AuM degli strumenti è pari a circa 75 milioni di euro, di cui 55 riferibili al fondo Pharus Avantgarde. Il fondo Avantgarde è un comparto Ucits che applica una reale strategia absolute return, non legata quindi all’andamento dei comparti azionario e obbligazionario e il cui obiettivo è realizzare una performance superiore di 250 punti al tasso Eonia.

La performance del fondo “è ottenuta sfruttando, attraverso una strategia settimanale basata sulle opzioni, due variabili alternative: il tempo e la volatilità, che, utilizzate con la ciclicità dei mercati azionari, forniscono performance resilienti e costanti nel tempo”, spiegano i gestori D’Orta e Calabrese. “Altra caratteristica che contraddistingue Avantgarde – aggiungono – è la leva massima utilizzata, poiché i calcoli sono molto stringenti. La leva è calcolata come esposizione nominale (non superiore a 2) e quindi, a differenza di molti gestori di volatilità, non si utilizza né il delta exposure né elevate gross exposure. Tutto questo rende Avantgarde il sostituto naturale di tutte le strategie obbligazionarie o cash enhanced sempre presenti nei portafogli di chi fa asset allocation. Paragonato a diverse ed eterogenee asset class, si è dimostrato meno rischioso di un fondo obbligazionario”.

Il fondo, che ha chiuso l’anno con una performance positiva di +1,69% e con una volatilità annualizzata di 1,62, si è dimostrato tra i migliori in base al parametro rischio/rendimento. Da oggi il fondo, rivolto sia a una clientela istituzionale che retail, potrà contare anche su una classe denominata in dollari. Distribuito anche in Svizzera e Lussemburgo, in Italia può essere sottoscritto su All Funds, Online Sim, Banca Ifigest, Banca Generali e Banca del Fucino.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Altri Prodotti Pharus