PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Paperoni, sì alla sostenibilità no agli investimenti sostenibili

Paperoni, sì alla sostenibilità no agli investimenti sostenibili

Salva
Salva
Condividi
Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello

19 Settembre 2018
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Il 69% dei paperoni pagherebbe di più un prodotto sostenibile ma solo il 39% investe in investimenti sostenibili

  • La mancanza di investimenti è dovuta alla scarsa comprensione del linguaggio tecnico usato

L’ultima ricerca pubblicata da Ubs sottolinea come gli individui ad alto reddito siano molto attenti, in tutte le parti della loro vita, alla sostenibilità tranne che negli investimenti

I paperoni amano la sostenibilità, ma un po’ meno gli investimenti sostenibili. Questo quanto emerge dalla ricerca “Rendimenti di valore” pubblicata il 19 settembre da Ubs Investor Watch. La ricerca evidenzia infatti come se da una parte questi individui basano le loro decisioni di acquisto, di vita e persino le loro scelte professionali sui valori che hanno a cuore, dall’altra parte non applicano la stessa filosofia nel campo degli investimenti. A dirlo sono proprio i numeri. Il 69% degli investitori facoltosi ha infatti dichiarato di essere disposto a pagare di più per prodotti e servizi forniti da società che fanno attenzione alla sostenibilità. Ma solo il 39% detiene investimenti sostenibili nei propri portafogli.

Come mai questa diversità?

Secondo la ricerca di Ubs la risposta deve essere trovata nei termini degli investimenti. Il 72% degli intervistati ha infatti dichiarato come il linguaggio usato negli investimenti sostenibili risulta infatti essere complesso e poco comprensibile. Inoltre, gli investitori fanno poca distinzione tra i principali approcci agli investimenti sostenibili, quali: integrazione, esclusione e investimenti a impatto. Nonostante il linguaggio poco comprensibile e la diffidenza, in alcune parti del mondo gli investimenti sostenibili sono maggiormente apprezzati rispetto che in altre. In Cina, in Brasile, negli Emirati Arabi Uniti e in Italiala percentuale di investitori che hanno scommesso sugli investimenti sostenibili risulta essere più alta rispetto ad altre parti del mondo. Fanalino di coda sono gli Stati Uniti d’America e il Regno Unito con rispettivamente il 12 e il 20% di investitori.

Altro aspetto evidenziato dal report è l’importanza dell’investimento. Quando gli investitori si impegnano in investimenti sostenibili, lo fanno generalmente con una percentuale significativa dei loro portafogli: l’allocazione media in tutti i Paesi è infatti del 36%. Negli Stati Uniti si registra l’allocazione media più elevata (49%). Questo indica che mentre sono ancora pochi gli americani che investono in modo sostenibile, coloro che lo fanno sono impegnati a fondo in questo approccio.

 

Il futuro

Il report prevede che l’adozione di investimenti sostenibili crescerà in modo significativo, passando dall’attuale 39% al 48% nei prossimi cinque anni. Inoltre, molti investitori prevedono di aumentare l’allocazione negli investimenti sostenibili nei loro portafogli. Infatti, il 58% degli investitori si aspetta che gli investimenti sostenibili diventino l’approccio standard agli investimenti da qui ai prossimi 10 anni. Questa positività non è però condivisa in modo globale. Gli investitori negli Emirati Arabi Uniti, in Cina e in Italia sono infatti più convinti che gli investimenti sostenibili saranno la norma. Solo un terzo degli investitori negli Stati Uniti e nel Regno Unito è invece d’accordo.

Previsioni diverse anche nel campo dei rendimenti. La metà degli investitori facoltosi ritiene infatti che gli investimenti sostenibili otterranno rendimenti superiori rispetto a quelli tradizionali. Un altro terzo (32%) si aspetta gli stessi risultati da investimenti sostenibili e tradizionali. E solo l’11% ritiene che gli investimenti sostenibili saranno meno soddisfacenti rispetto a quelli tradizionali. Le aspettative di rendimento variano notevolmente da un Paese all’altro. In Brasile, dove l’utilizzo degli investimenti sostenibili è relativamente elevato, il 77% di tutti gli investitori ritiene che gli investimenti sostenibili avranno risultati superiori agli investimenti tradizionali. Negli Stati Uniti, invece, solo il 19% degli investitori si aspetta che gli investimenti sostenibili generino rendimenti più elevati.

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Altri ProdottiUbs