PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Boom del trading: è per lo stop delle scommesse sportive?

Boom del trading: è per lo stop delle scommesse sportive?

Salva
Salva
Condividi
Rita Annunziata
Rita Annunziata

20 Maggio 2020
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Negli ultimi mesi gli ordini ricevuti sono raddoppiati

  • Nella terza giornata di collocamento il Btp Italia, che può essere sottoscritto anche con il trading online, ha sfiorato la soglia dei 14 miliardi

  • I giocatori cercano nel trading online quell’adrenalina che prima ritrovavano nelle scommesse sportive

Negli scorsi mesi è stato evidenziato un vero e proprio boom del trading online. La riduzione delle scommesse sportive può aver incentivato questo trend?

Nei primi quattro mesi dell’anno è stato registrato un vero e proprio boom delle piattaforme di trading online. Secondo un’analisi del Financial Times, negli Stati Uniti la riduzione delle scommesse sportive ha provocato un riposizionamento dei giocatori sul mercato azionario, generando di conseguenza una nuova classe di clienti per gli intermediari online. Charles Schwab, ETrade e Interactive brokers, tre dei quattro principali broker online del Paese, hanno raggiunto tra i mesi di marzo e aprile 780mila nuove iscrizioni. Ma in Italia possiamo parlare dello stesso trend?

Secondo quanto risulta a We Wealth, negli ultimi mesi gli ordini ricevuti sono raddoppiati, una situazione che coinvolgerebbe tutti gli intermediari. Tra gli aspetti che hanno contribuito all’andamento del settore emerge il lockdown, che avrebbe spinto verso una digitalizzazione molto più avanzata, ma anche la maggiore quantità di tempo a disposizione, che avrebbe permesso alle persone di riappropriarsi della gestione dei propri risparmi, oltre alla chiusura di alcuni sportelli bancari.

Btp Italia, sfiorata la soglia dei 14 miliardi

Per non dimenticare poi il collocamento del Btp Italia, che nella terza giornata – di chiusura per i piccoli risparmiatori, mentre giovedì toccherà agli investitori istituzionali – ha sfiorato la soglia dei 14 miliardi. Secondo esperti del settore, il buon andamento è legato al fatto che si tratti di un bond “di scopo”, per sostenere non solo le spese per la sanità ma anche la ripresa economica, ma il fatto che si potesse sottoscrivere con il trading online ha rappresentato un plus.

Gli scommettitori cercano l’adrenalina sul trading

Il trading online, in particolare, permetterebbe di gestire in autonomia i propri risparmi e investimenti, in qualsiasi momento, da casa propria e anche con lo smartphone, ma resta fondamentale un minimo di formazione e la capacità di comprendere quale sia la propria propensione al rischio. I giocatori, continuano gli esperti, cercherebbero nel trading online quell’adrenalina che prima ritrovavano nelle scommesse sportive, in particolare sulle opzioni binarie e sul forex.

Ci sono infatti strumenti sul mercato che nel giro di pochi minuti scadono e, se è stata assunta una posizione short o long, permettono di evidenziare nell’immediato eventuali guadagni o perdite. Un meccanismo molto simile alla scommessa ma che, precisano gli esperti, rappresenta solo una nicchia del trading online.

Rita Annunziata
Rita Annunziata
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Altri ProdotticoronavirusItalia
ALTRI ARTICOLI SU "Trading"
ALTRI ARTICOLI SU "Altri Prodotti"
ALTRI ARTICOLI SU "coronavirus"
ALTRI ARTICOLI SU "Italia"