PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Maxi finanziamento per Revolut: ora vale 5,5 miliardi

Maxi finanziamento per Revolut: ora vale 5,5 miliardi

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

25 Febbraio 2020
Tempo di lettura: 5 min
Tempo di lettura: 5 min
Salva
  • Revolut raccoglie 500 milioni di dollari: la valutazione sale a 5,5 miliardi

  • Alla guida del nuovo round il fondo americano TCV

  • I piani futuri della società alla luce del  nuovo investimento

Il nuovo round di Serie D da mezzo miliardo di dollari, guidato dal fondo americano TCV, posiziona la fintech tra le più valutate al mondo. Nel 2020 focus su profittabilità e utilizzo quotidiano

Revolut mette il turbo e si posiziona tra le fintech più valutate al mondo. Con l’ultimo round di serie D, la challenger bank ha raccolto $500 milioni triplicando la sua valutazione, che ha raggiunto quota 5,5 miliardi di dollari.

Punta sempre più in alto la fintech, che, dal lancio nel 2015 nel Regno Unito, conta più di dieci milioni di utenti e ha processato oltre un miliardo di transazioni, per un valore totale di circa 130 miliardi di dollari. Nel 2019 gli utenti Revolut sono cresciuti del 169% mentre quelli attivi su base giornaliera del 380%.

La nostra missione è costruire una piattaforma finanziaria globale – un’unica app attraverso la quale i nostri utenti possano gestire tutti gli aspetti finanziari quotidiani, e questo investimento dimostra la fiducia che gli investitori hanno nel nostro modello di business” ha commentato Nik Storonsky, Founder & CEO di Revolut.

A fare la parte del leone è stato il fondo americano TCV, che ha guidato il round insieme ad altri investitori esistenti.

TCV ha una lunga storia di investimenti nel supportare founder che hanno cambiato l’industria di riferimento su scala globale e siamo molto orgogliosi di poter collaborare con loro mentre ci prepariamo alla prossima fase del nostro percorso” ha concluso Storonsky.

Per quanto riguarda l’utilizzo del capitale raccolto, il focus sarà sulla customer experience e il rafforzamento dell’offerta retail e business nei mercati esistenti, in particolare per quanto riguarda lo sviluppo del prodotto, a supporto dell’accelerazione dell’utilizzo giornaliero degli account. Inoltre, rientrano tra i piani futuri della società il lancio di servizi di credito per utenti retail e business, l’estensione di conti deposito con tassi di interesse molto vantaggiosi al di fuori del Regno Unito, il rafforzamento ulteriore dell’assistenza clienti e il lancio delle operazioni bancarie in Europa.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Wealth Tech