PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Il 2019 è l’anno del fintech

Il 2019 è l’anno del fintech

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

07 Gennaio 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Meritocracy ha pubblicato una ricerca sulle tendenze del fintech nel 2019

  • Il 65% delle società intervistate ha dichiarato di voler assumere nuovo personale. Attenzione però che i ruoli ricercati hanno a che fare con l’innovazione e il legale

Le società fintech sono pronte a crescere ed a investire sempre più. La maggior parte ha infatti in programma di assumere nuovo personale

Il 2019 sarà l’anno del fintech. Il 65% delle aziende del fintech prevede infatti di assumere fino a dieci dipendenti e il 21% tra le dieci e le cinquanta unità. Per il 2% il numero dei nuovi assunti potrebbe oscillare tra le 50 e le 100 unità. A dirlo sono gli ultimi dati pubblicati da Meritocracy, agenzia di recruitment digitale. Lo studio è stato realizzato intervistando i responsabili delle risorse umane delle principali aziende del fintech nel settore Insurtech (26%), investimenti (18%), crowfunding (16%), pagamenti e criptovalute (16%).

Quali sono le figure più ricercate? Stando alla ricerca le società di fintech punteranno su programmatori (34%), professionisti del sales e del business development (21%) e i professionisti marketing e Pr (17%). Il 2% prevede invece di assumente esperti nel settore legal e l’86% degli intervistati si dichiara favorevole a promuovere attività di smart working per i propri dipendenti.

“Il mercato del lavoro – spiega Riccardo Galli, fondatore Meritocracy – sta cambiando sia nella richiesta da parte delle aziende di nuovi profili professionali, che in quella dei candidati, attratti da adeguati percorsi di formazione e crescita. Questa evoluzione suggerisce ai recruiter e, più in generale, agli stakeholder del mercato del lavoro, l’adozione di approcci e soluzioni innovativi in grado di coniugare esigenze delle aziende e ambizioni dei candidati. Un obiettivo da raggiungere anche grazie al supporto della tecnologia, rafforzando l’engagement delle persone attraverso la creazione di esperienze positive, la valorizzazione del talento e il riconoscimento del capitale umano”.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Wealth TechEuropa