PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Facebook Pay è realtà su Instagram, Whatsapp e Messenger

Facebook Pay è realtà su Instagram, Whatsapp e Messenger

Salva
Salva
Condividi
Teresa Scarale
Teresa Scarale

13 Novembre 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Il sistema di pagamento digitale servirà per le raccolte di fondi, gli acquisti in-game, i biglietti per gli eventi, i pagamenti peer-to-peer su Messenger e per gli acquisti da alcune pagine. E anche per il Marketplace di Facebook

  • Si basa su infrastrutture finanziarie a accordi già esistenti (come quelli con PayPal e le principali caret di credito). E soprattutto, è completamente indipendente dalla controversa Libra

Mark Zuckerberg si conferma un uomo pratico. Non si lascia abbattere dalle difficoltà del progetto Libra e intanto lancia Facebook Pay. Utilizzabile a breve anche su Instagram e Whatsapp. Messenger invece è già dentro

Facebook Pay, il nuovo sistema di pagamento digitale integrato del colosso di Menlo Park. GLi utenti Usa potranno già adoperarlo nella settimana 11/11 – 18/11/2019.

Incurante del traballante progetto Libra, Mark Zuckerberg lancia quindi un nuovo sistema di pagamento digitale. La funzionalità sarà attiva su Facebook, Messenger, Instagram e WhatsApp, tutti di proprietà della società.

Il sistema di pagamento digitale servirà per le raccolte di fondi, gli acquisti in-game, i biglietti per gli eventi, i pagamenti peer-to-peer su Messenger e per gli acquisti da alcune pagine. E anche per il Marketplace di Facebook, comprensibilmente. Per quanto riguarda invece l’estensione del canale digitale di pagamento anche a Instagram e WhatsApp, bisognerà attendere qualche tempo.

Una mossa che sembra voler distogliere banche e autorità istituzionali dal ciclone Libra. Lo strumento infatti sarà completamente autonoma rispetto al portafoglio Calibra, basato su Libra, la rete finanziaria basata sulla controversa criptovaluta dell’azienda.

Il canale di pagamento è simile a molti altri servizi simili, come Apple Pay, per dire. Ma consentirà agli utenti di trasferire denaro direttamente dal proprio conto corrente o dalla propria carta di credito senza dover pagare commissioni. Per il lancio internazionale del programma bisognerà invece attendere qualche mese.

Come funziona Apple Pay

Il sistema supporta le infrastrutture finanziarie esistenti, come PayPal e la maggior parte delle principali carte di credito e di debito. Le società partner come PayPal, Stripe e altri provvedono quindi ad elaborare i pagamenti.

“Con Facebook Pay, continuiamo a investire in sicurezza. Abbiamo progettato questa piattaforma per archiviare e crittografare in modo sicuro i numeri di carta e conto bancario dell’utente, eseguire il monitoraggio antifrode sui nostri sistemi per rilevare attività non autorizzate e fornire notifiche per l’attività dell’account. L’utente potrà anche aggiungere un pin o utilizzare i dati biometrici del tuo dispositivo, come il riconoscimento touch o face ID, per un ulteriore livello di sicurezza quando invia denaro o effettua un pagamento”. E’ la dichiarazione ufficiale del social network più diffuso al mondo, per mezzo di Deborah Liu, vicepresidente di Facebook per commercio e mercato.

Teresa Scarale
Teresa Scarale
Condividi l'articolo