PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Capgemini rafforza la partnership con Indosuez

Capgemini rafforza la partnership con Indosuez

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

04 Ottobre 2018
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • L’investimento consentirà alla società di accelerare lo sviluppo funzionale e tecnologico della propria piattaforma proprietaria S2i

  • Capgemini contribuirà allo sviluppo di Azqore in Svizzera, nell’Eurozona e in Asia

  • L’offerta di Azqore consente alle banche di ridurre in modo significativo i costi operativi per la tecnologia e le transazioni bancarie

La società ha acquisito il 20% del capitale di Azqore, sussidiaria di Indosuez specializzata nell’outsourcing di servizi tecnologici e transazioni bancarie per il wealth management

Capgemini e Indosuez Wealth Management rafforzano la loro partnership. Capgemini ha infatti acquisito il 20% del capitale di Azqore, sussidiaria di Indosuez specializzata nell’outsourcing di servizi tecnologici e transazioni bancarie per il settore del wealth management. L’investimento, spiegano le società, conferma l’ambizione strategica dei due gruppi di essere un punto di riferimento globale nel settore dell’outsourcing di servizi tecnologici e transazioni bancarie per il settore del wealth management e delle banche universali di medie dimensioni.

Dopo più di cinque anni di collaborazione tra Azqore e Capgemini, che i due gruppi definiscono “all’insegna del successo”, l’operazione mira a creare sinergie nell’ambito delle loro rispettive aree di competenza, combinate con la conoscenza del settore sviluppata in 25 anni di attività da Azqore. La società occupa attualmente una posizione unica sul mercato, offrendo ai propri clienti una solidità finanziaria combinata con l’esperienza nelle professioni bancarie, nella tecnologia e nella trasformazione digitale.

L’investimento di Capgemini in Azqore consentirà alla società di accelerare lo sviluppo funzionale e tecnologico della propria piattaforma proprietaria S2i, ampliando l’offerta per i clienti a nuovi servizi, come la formazione e la consulenza specializzata. Azqore si servirà così dell’esperienza maturata da Capgemini come leadership di mercato al fine di attivare un’ampia gamma di soluzioni digitali e supportare gli attori del wealth management nella loro trasformazione. Capgemini contribuirà inoltre allo sviluppo di Azqore in Svizzera, nell’Eurozona e in Asia, grazie alla sua rete globale di 200.000 dipendenti.

Il mercato dell’outsourcing tecnologico e delle transazioni bancarie per le società di gestione patrimoniale e le banche private dovrebbe crescere di oltre il 30% entro il 2020. L’offerta di Azqore consente alle banche di ridurre in modo significativo i costi operativi per la tecnologia e le transazioni bancarie, al fine di investire in modo più efficiente nella trasformazione digitale e nella qualità dell’esperienza del cliente.

“Questo accordo apre la strada ad una nuova fase di sviluppo di Azqore”, commenta Jacques Prost, amministratore delegato di Indosuez Wealth Management. “Gli operatori del wealth management – continua Prost – si trovano ad affrontare un contesto normativo sempre più complesso e hanno la necessità di rafforzare la loro efficienza operativa. La combinazione delle nostre competenze bancarie, in particolare nell’elaborazione delle transazioni e nella gestione del rischio, con l’esperienza di Capgemini nei servizi digitali e tecnologici, ci consentirà di implementare soluzioni efficaci e innovative”. “Confermiamo la nostra ambizione di creare un punto di riferimento globale nelle transazioni tecnologiche e bancarie per il settore del wealth management”, sottolinea il numero uno di Indosuez.

Capgemini “ha dimostrato la sua leadership nella creazione di valore per i propri clienti e nel favorire sia la produttività che la trasformazione digitale su scala globale”, ha affermato Thierry Delaporte, group executive board member e chief operating officer di Capgemini. “Siamo entusiasti di compiere questo nuovo passo strategico con Indosuez Wealth Management per consolidare la nostra offerta rivolta a clienti internazionali nel settore del Wealth Management”, ha concluso Delaporte.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.