PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Arriva in Italia l’open innovation di Plug and Play

Arriva in Italia l’open innovation di Plug and Play

Salva
Salva
Condividi
Livia Caivano
Livia Caivano

13 Febbraio 2020
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Plug and Play è un’azienda della Silicon Valley che ha creato la più grande piattaforma di open innovation al mondo (1400 startup accelerate solo nel 2019 e 350 aziende partner)

  • Obiettivo 1: portare in Italia fintech e talenti con cui collaborare per generare business e fare innovazione

  • Obiettivo 2: esportare le eccellenze del made in Italy e dare loro visibilità affinché possano trovare nuovi partner, individuare nuovi finanziamenti ed estendersi all’estero

Il nuovo polo del fintech avrà sede a Milano. Obiettivo? Creare opportunità di business, importare ed esportare eccellenze tecnologiche e fare innovazione. I partner fondatori sono Unicredit e Nexi

Si sono presentati al panorama italiano lo scorso aprile. Oggi Plug and Play presenta un nuovo polo del fintech insieme a due partner d’eccezione, Nexi e Unicredit. “Il nostro obiettivo”, chiarisce il managing partner per l’Italia Andrea Zorzetto nel corso della presentazione, “è portare in Italia le migliori startup europee e non, per lavorare con i nostri partner in funzione delle loro esigenze”. L’idea infatti è che le startup presentino ai player italiani proposte di innovazione per i loro buisinness, “in funzione delle loro sfide nel lungo termine, per contribuire a fare la differenza”.

 

La sfida tecnologica, per l’italia, prosegue l’assessora alla trasformazione digitale e servizi civici Robera Cocco, è ancora in salita: siamo indietro rispetto al resto d’Europa, “il digital gap è ancora troppo ampio”, ma c’è fermento nel settore finanziario. Ne è dimostrazione anche il Training & Innovation Hub presentato a inizio febbraio da Banca Generali. “Da soli non possiamo fare nulla, quindi la prima leva di crescita è la partnership tra pubblico e privato”.

 

L’open innovation di Plug and Play arriva in Italia
Andrea Zorzetto - managing partner Italy Plug and Play

Prende la parola il rappresentante del primo dei partner del Fintech Hub, Nexi. Secondo Roberto Catanzaro, bisogna partire dalle esigenze delle singole società: “Vogliamo portare il meglio del settore dei pagamenti digitali ma anche aiutare le start up italiane a crescere ed espandersi all’estero. Abbiamo vagliato diversi percorsi, abbiamo capito che era il momento di allearsi con qualcuno che condividesse la nostra idea”. E così Unicredit, di cui è Marco Pusterla, head of fintech strategy&innovation orchestration a parlare. “La nostra esigenza di gruppo è di trasformazione, ma per noi partecipare e scegliere non è stata una scelta scontata. Ci piace che nel progetto insieme a noi ci sia anche Nexi”. E che Plug and Play abbia un occhio di riguardo per le società: “non chiede equity alle start up ma solo alle realtà che hanno già una struttura più importante”. In questo pool di partnership, al momento, anche Ubi Banca: in futuro nuovi partner aderiranno all’iniziativa.

Livia Caivano
Livia Caivano
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Digital Transformation Unicredit