PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Fintech e insurtech: l’evoluzione della bancassurance

Fintech e insurtech: l’evoluzione della bancassurance

Salva
Salva
Condividi
Virginia Bizzarri
Virginia Bizzarri

19 Ottobre 2020
Tempo di lettura: 7 min
Tempo di lettura: 7 min
Salva
  • Qonto annuncia una nuova partnership con Yolo. Così il fintech si allea con l’insurtech per offrire nuovi vantaggi alle imprese

  • Mariano Spalletti, country manager di Qonto Italia spiega a We Wealth i tre vantaggi chiave del nuovo modello di bancassurance

Qonto, fintech dedicata a imprese e professionisti, integra le soluzioni assicurative del broker Yolo. Verso un modello bancassurance all’insegna del digitale

Fintech e insurtech insieme a servizio delle imprese. Qonto, il conto business 100% online dedicato a pmi e professionisti, ha annunciato una partnership con Yolo, primo gruppo di servizi d’intermediazione assicurativa totalmente digitali. Nello specifico, Qonto ha deciso di integrare nella propria offerta due soluzioni assicurative di Yolo pensate per la clientela business, un segmento ancora sotto-assicurato in Italia. “Puntiamo ad accelerare la penetrazione dell’offerta assicurativa nelle Pmi e tra i professionisti italiani, ancora oggi troppo limitata” ha commentato Gianluca De Cobelli, co-Founder e ceo di Yolo Group.

Un’ alleanza inedita che rappresenta una vera e propria evoluzione in chiave full digital del concetto più “tradizionale” di Bancassurance (la distribuzione di prodotti assicurativi attraverso il canale bancario, ndr). Un’evoluzione che a detta di Mariano Spalletti, country manager di Qonto Italia, presenta tre vantaggi chiave. Il primo riguarda l’utilizzo dei dati. “Sebbene storicamente in possesso di tantissimi dati, finora la maggioranza dei player del settore bancario e assicurativo non è stata in grado di utilizzarli nel modo giusto. Tramite l’analisi dei dati siamo in grado di creare un’offerta su misura che risponda alle reali esigenze dei clienti” spiega Spalletti a We Wealth, sottolineando che questo è possibile grazie all’uso della tecnologia ma anche a un rapporto diretto con i clienti. Il secondo vantaggio riguarda la user experience. “Il fatto di essere totalmente digitali facilita la consultazione, la comprensione e l’attivazione dell’offerta sia a livello di modalità che di tempistiche” prosegue Spalletti. Infine, il nuovo modello di bancassurance si distingue per la flessibilità delle soluzioni attivabili.

Ma la partnership con Yolo è solo un tassello all’interno di un progetto più ampio, precisa Spalletti.  L’obiettivo della fintech lanciata nel 2017 non è solo quello di ampliare l’offerta assicurativa ma di diventare un partner strategico per le imprese, affiancando ai servizi centrali di business banking, servizi aggiuntivi e complementari necessari per semplificare la gestione finanziaria, contabile e operativa dell’impresa a 360 gradi.

Mariano Spalletti_Qonto Italia
Mariano Spalletti, country manager di Qonto Italia
Virginia Bizzarri
Virginia Bizzarri
Condividi l'articolo
ALTRI ARTICOLI SU "Digital Transformation"
ALTRI ARTICOLI SU "Banche"
ALTRI ARTICOLI SU "Assicurazioni"