PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Crescita solida per i servizi cloud nonostante il covid-19

Crescita solida per i servizi cloud nonostante il covid-19

Salva
Salva
Condividi
Maddalena Liccione
Maddalena Liccione

23 Giugno 2020
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • La spesa per il cloud ha raggiunto livelli record nel primo trimestre 2020

  • Le quotazioni delle aziende di servizi cloud sembrano essere meno impattate dalla crisi del covid-19

  • Lo spostamento delle imprese verso il cloud come il maggiore trend di crescita secolare nel settore It

Telelavoro, formazione a distanza, commercio elettronico, tempo libero digitale … dietro le applicazioni che ci hanno permesso di lavorare, connetterci e divertirci c’è quasi sempre il cloud. Ecco perché gli investimenti nei servizi cloud offrono agli investitori angolazioni interessanti da esplorare

Satya Nadella, ceo di Microsoft, ha recentemente assicurato che “il progresso della digitalizzazione negli ultimi due mesi è paragonabile a quello realizzato in due anni”. La pandemia di coronavirus ha messo in luce l’importanza della tecnologia e, al suo interno, uno dei suoi pilastri: la fornitura di servizi di cloud computing, che è diventato uno strumento essenziale per sostenere la continuità del business delle organizzazioni. Telelavoro, formazione a distanza, commercio elettronico, tempo libero digitale … dietro le applicazioni che ci hanno permesso di lavorare, connetterci e divertirci c’è quasi sempre il cloud.

Il risultato è una forte crescita del business dei principali attori del mercato, ad esempio dei fornitori di infrastrutture, come Amazon (Aws), Microsoft e Google. I loro risultati per il primo trimestre lo testimoniano. Aws ha aumentato il proprio fatturato del 34% a 9,95 miliardi di dollari; Azure, il cloud pubblico di Microsoft, è cresciuto del 59% (la società non ha rivelato le cifre del fatturato); e Google Cloud ha aumentato le sue entrate del 52%, pari a  2,78 miliardi di dollari.

La spesa per il cloud ha raggiunto livelli record nel primo trimestre 2020

La società di consulenza Canalys assicura che la spesa per i servizi cloud pubblico abbia raggiunto un record di 31 miliardi di dollari nel primo trimestre, il 34% in più. Aws rimane leader con una quota del 32%, seguita da Microsoft con il 17% e Google, a pari merito con Alibaba, che ha una quota del 6%.

“Le aziende sono state costrette a cambiare rapidamente le proprie strategie di infrastruttura It e le priorità di investimento in risposta alla pandemia – ha affermato il chief analyst Matthew Ball – La riduzione dei costi e la protezione del capitale sono priorità in quanto l’economia globale si indebolisce. Tutto ciò che non migliora le attuali iniziative di continuità aziendale è passato in secondo piano mentre le aziende ripensano i budget di fronte alla crescente incertezza o alla difficoltà di accedere ai data center fisici. Allo stesso tempo, le aziende di tutto il mondo hanno urgente bisogno di accedere a capacità di elaborazione flessibili per supportare il lavoro a distanza, la collaborazione, il commercio online e la sicurezza. L’infrastruttura cloud è una soluzione ovvia a breve termine. Questo è stato un vantaggio per la maggior parte, se non per tutti i principali player”.

L'infrastruttura cloud
Fonte: Canalys estimates, April 2020

Angolazioni interessanti da esplorare

Temi duraturi come gli investimenti nei servizi cloud offrono agli investitori angolazioni interessanti da esplorare. Gli analisti di Credit Suisse vedono “lo spostamento delle imprese verso il cloud come il più forte trend di crescita secolare nel settore It e la crisi del covid-19 potrebbe innescare addirittura un’accelerazione di tale tendenza”.  Malgrado le valutazioni elevate dei ‘titoli cloud’, che potrebbero implicare il rischio tattico di una battuta d’arresto, consigliamo di investire nel settore cloud. “Sfrutteremmo qualsiasi battuta d’arresto delle quotazioni come opportunità di acquisto”, spiega Uwe Neumann, equity research analyst di Credit Suisse. “Le quotazioni delle aziende di servizi cloud sembrano essere meno impattate dalla crisi del covid-19, dal momento che, in primo luogo, i loro casi aziendali presentano una quota cospicua di entrate ricorrenti grazie a contratti a più lungo termine con elevati tassi di rinnovo e che, in secondo luogo, le società hanno compreso, in virtù del loro contesto di telelavoro, i benefici di avere infrastrutture e carichi di lavoro in un cloud pubblico o in un contesto di cloud ibrido. In effetti i ‘titoli cloud’ hanno sovraperformato il mercato in generale e il settore It già da molto tempo (si veda il grafico) e siamo convinti che ciò continuerà nel lungo termine”.

Indice cloud computing vs settore It e mercato
Fonti: Bloomberg e Credit Suisse

Cosa sono IaaS, PaaS e SaaS?

Ci sono tre diversi tipi di servizi cloud. Tutti e tre offrono ai clienti la flessibilità per aumentare o ridurre con facilità e per pagare in base ai consumi. I provider di IaaS affittano risorse informatiche come server, storage, capacità di rete e strutture di data center. Il PaaS offre servizi e strumenti legati allo sviluppo di app e database in cima a IaaS. Serve agli sviluppatori che possono scrivere i loro codici su cloud senza interferire con l’infrastruttura IT sottostante. Il SaaS è il layer di uso più diffuso tra i consumatori medi. Tuttavia le imprese si avvalgono anche di software o applicazioni sviluppate e pagano un canone mensile per l’utilizzo – ad esempio Microsoft 365.

IaaS (infrastruttura come servizio), PaaS (piattaforma come servizio) e SaaS (software come servizio) – i tre mercati cloud – dovrebbero offrire forti tassi di crescita annua composta (CAGR) per il 2019–2022 rispettivamente del 20%, 20% e 15%. La concorrenza non rappresenta una minaccia, dato che il mercato sta crescendo conquistando nuovi clienti (la penetrazione dei servizi cloud è ancora bassa a livello globale). “Di conseguenza vediamo un mix di aziende leader in ambito IaaS, PaaS e SaaS alla base di un portafoglio IT attraente per gli investitori a lungo termine”.

Titoli dei servizi cloud per tempi difficili

“Ci aspettiamo che le aziende con una forte esposizione ai servizi cloud beneficino del maggiore trend di crescita secolare nel settore It: lo spostamento delle imprese verso il cloud –  afferma Uwe Neumann – Tra le società di cloud computing che, a nostro parere, rappresentano interessanti investimenti a lungo termine malgrado valutazioni elevate ci sono Amazon, Adobe,  Salesforce.com e ServiceNow.

Maddalena Liccione
Maddalena Liccione
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Digital Transformation