PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Banche, mobile banking da record con 9,7 milioni di clienti

Banche, mobile banking da record con 9,7 milioni di clienti

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

10 Aprile 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Sono 9,7 milioni i clienti che, secondo il report di Abi e Ipsos, accedono ai servizi bancari tramite funzionalità di mobile banking

  • Negli ultimi tre anni è aumentata del 25% la percentuale di clienti che utilizza servizi mobile per contattare la propria banca

  • Quasi 9 clienti su 10 continuano a rivolgersi anche alle agenzie fisiche

Secondo l’ultima indagine di Abi e Ipsos l’utilizzo del mobile banking in Italia ha registrato una forte accelerazione. In 5 anni i clienti che operano in mobilità sono passati dal 18% al 33%

Il conto in banca? Si gestisce sempre di più da smartphone e tablet. Secondo l’ultima indagine realizzata dall’Abi in collaborazione con Ipsos sono infatti 9,7 milioni i clienti che accedono ai servizi bancari in mobilità, tramite le funzionalità di mobile banking. E il forte sviluppo delle app per la gestione del conto corrente ha ormai conquistato un terzo dei clienti italiani, una fascia di clientela che è quasi raddoppiata in 5 anni: se nel 2014 era il 18%, oggi è il 33% la quota di chi opera in mobilità.

L’accelerazione dei servizi mobile ha anche aumentato le possibilità di contatto con la propria banca, con una crescita della frequenza di uso del 25% negli ultimi 3 anni. Sempre più digitale, il cliente bancario ha ormai acquisito piena familiarità nella gestione di modalità evolute di contatto con il proprio istituto di riferimento, contando su una relazione continua, a distanza e veloce ma ricca quanto l’esperienza in filiale. I risultati dell’indagine di Abi e Ipsos verranno presentati nel dettaglio nel primo giorno del convegno #ilCliente, dal 15 al 17 aprile a Milano.

Sale poi al 72% nel 2018, 10 punti percentuali in più rispetto al dato del 2008, la percentuale di clienti che dichiara di aver già parlato dei servizi ricevuti dalla propria banca o di essere propenso a farlo con colleghi, amici, parenti e conoscenti tramite passaparola. Questo fenomeno, sottolinea Abi – si collega al maggior dinamismo dei clienti nel sentirsi protagonisti nel processo di scelta dei propri servizi, con una più marcata disponibilità a diventare anche ‘promotori’ della banca. Un orientamento questo che incoraggia le banche a coinvolgere maggiormente i clienti, sia nella comunicazione che nel processo di scelta.

Per Abi, la ‘formula’ del successo del mobile banking è chiara: il forte sviluppo della omnicanalità, cioè della capacità della banca di raggiungere la clientela nelle diverse modalità fisiche e digitali a seconda delle esigenze dell’utente, si traduce in una marcata crescita della percentuale di clienti che utilizzano canali di contatto a distanza, ulteriori rispetto alle agenzie fisiche. Filiali a cui, seppur con frequenza inferiore rispetto agli altri canali, si continuano comunque ancora a rivolgere quasi 9 clienti su 10, a testimonianza – riflette ancora l’Associazione bancaria italiana – del ruolo ancora rilevante dei canali fisici nell’operatività bancaria.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Digital Transformation Banche ABI