PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Fintech senza sosta: boom italiano ed europeo

Fintech senza sosta: boom italiano ed europeo

Salva
Salva
Condividi
Teresa Scarale
Teresa Scarale

20 Marzo 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Gli utenti del fintech italiano sono stati 11 milioni nel 2018

  • I servizi finanziari più apprezzati sono il mobile payment (16%) e la gestione del budget personale o familiare (15%)

  • Intanto nell’Europa centro-settentrionale nasce Inverdor Group, la prima piattaforma digitale europea di finanziamenti alle imprese e investimenti su vasta scala

Rispetto al 2017 è aumentata del 54% la quota di italiani che utilizzano servizi fintech e insurtech. E intanto in Europa nasce la prima piattaforma digitale di finanziamenti e investimenti su larga scala

Un quarto della popolazione fra i 18 e i 74 anni si avvale dei servizi di tecnofinanza. E’ quanto emerge da una nuova ricerca dell’Osservatorio Fintech & Insurtech della School of Management del Politecnico di Milano.

La crescita del fintech italiano

Stando ai dati della ricerca, gli italiani che nel 2018 si sono avvalsi di servizi finanziari e assicurativi “tech” sono stati 11 milioni. Ossia il 25% della popolazione fra i 18 e i 74 anni, con un tasso di crescita pari al +54% rispetto al 2017.

La classifica

I servizi finanziari più apprezzati sono:

Nell’ambito insurtech, sono gradite

  • la possibilità di gestire i sinistri via smartphone,
  • l’attivazione di assicurazioni istantanee e
  • l’accesso a un finanziamento da smartphone o Pc.

Meno interesse, invece, nei confronti di social lending, crowdfunding. A differenza che in Asia poi, non sono amate le chatbot.

Le Pmi

Quanto alle pmi, oltre la metà (il 55%) si interfaccia con la propria banca per mezzo di un’app per smartphone, mentre il 92% lo fa tramite pc. Le piccole e medie imprese sono invece meno entusiaste per quanto riguarda insurtech. Solo il 15% infatti ha acquistato coperture assicurative online.

Novità in Europa

La finlandese Invesdor Oy e la viennese Finnest GmbH hanno chiuso un accordo di fusione che porterà alla nascita di Invesdor Group. Si tratta della prima piattaforma digitale di finanziamenti e investimenti su larga scala in Europa. Con 50.000 utenti, la piattaforma gode di licenza Mifid 2 per 28 paesi e offre servizi di equity, debt, bond e Ipo sia a startup che a imprese più consolidate.

 

Teresa Scarale
Teresa Scarale
caporedattore
Condividi l'articolo
ALTRI ARTICOLI SU "Crowdfunding"
ALTRI ARTICOLI SU "Digital transformation"
ALTRI ARTICOLI SU "Europa"