PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Blockchain per distribuire fondi: AcomeA, Fundsquare, Fabrick

15 Marzo 2019 · Teresa Scarale · 3 min

  • E’ stato completato con successo il test di sottoscrizione di quote di fondi comuni e relativo pagamento attraverso blockchain

  • Il test, frutto della virtuosa collaborazione fra operatori leader, ha dimostrato la possibilità di semplificare al massimo l’esecuzione delle operazioni

Aumenta il numero e l’intensità delle implementazioni dei progetti blockchain. AcomeA, Fundsquare, Fabrick la testano per la distribuzione di fondi di investimento

Test fintech in azione

Nel cuore della Digital week milanese e nel pieno del dibattito sullo stato dell’arte nell’utilizzo della blochain (qui il resoconto della bella conferenza di Finer del 14/3/2019),  AcomeA Sgr,annuncia il test di soluzioni basate su questa tecnologia e messe a disposizione dagli operatori fintech.

La sottoscrizione di fondi comuni

E’ stato infatti completato con successo il test di sottoscrizione di quote di fondi comuni e relativo pagamento attraverso la piattaforma FundsDLT, basata su tecnologia blockchain, e attraverso la piattaforma di Open Banking Fabrick.

Gimme5 di AcomeA

Il servizio Gimme5 di AcomeA è il primo in Europa ad aver offerto la possibilità a tutti di accedere a questo prodotto di investimento. Efficiente grazie alla distribuzione di fondi ai risparmiatori, transazioni di sottoscrizione e rimborso di quote di fondi comuni e pagamento in tempo reale, la funzionalità testata prevede l’utilizzo di Smart Contract basati su blockchain 

La collaborazione

Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Fundsquare S.A., per la parte FundsDLT. E anche con Fabrick, attore di riferimento per lo sviluppo di nuovi modelli di business e servizio basati su tecnologie fintech. Su questa piattaforma sono infatti pubblicate le API (Application Program Interface) di Banca Sella che dà il conto corrente di appoggio ad AcomeA.

Il test ha dimostrato la possibilità di semplificare al massimo l’esecuzione delle operazioni. E semplicità in questo caso vuol dire efficienza ed economicità di un nuovo ecosistema per il trattamento degli ordini sui fondi d’investimento.

 Le dichiarazioni dei partner

Giordano Martinelli, Vice Presidente di AcomeA SGR. “AcomeA SGR è orgogliosa di essere tra i pionieri in Italia nell’utilizzo della blockchain per il settore del risparmio gestito. Il progetto si inserisce nella serie di attività che da sempre AcomeA svolge per semplificare e rendere maggiormente accessibile il mondo del risparmio gestito. Gimme5 è la dimostrazione concreta di questo impegno e non è un caso che si sia scelto proprio Gimme5 per veicolare questo primo test. L’importanza del test non sta soltanto negli aspetti tecnici. La collaborazione con Fundsquare e Fabrik dimostra il valore della cooperazione nel settore fintech. Lavorando insieme si è in grado di portare notevoli vantaggi all’intera industria del risparmio gestito e ai risparmiatori.”

Giulio Rattone, Head of Platform Product Dev di Fabrick. “Il test concluso è un concreto esempio del grande valore che può generare l’unione tra conoscenza dei processi e delle dinamiche del mondo finanziario, le competenze sulle tecnologie più all’avanguardia e la visione su nuovi modelli di business e gestione. Un punto di incontro che rappresenta l’essenza stessa dell’ecosistema che Fabrick alimenta attorno a sé”.

Paolo Brignardello, Head of Product Management di Fundsquare. “Il progetto ha dimostrato l’efficienza e l’economicità di un ecosistema di nuova generazione per il trattamento degli ordini sui fondi d’investimento, dove i vari attori coinvolti nel processo di distribuzione dei fondi possono interoperare e offrire un’esperienza digitale front-to-back ai clienti finali. Siamo particolarmente lieti di riscuotere l’interesse di attori come AcomeA SGR, che si posiziona all’avanguardia nell’innovazione orientata alla digitalizzazione dei servizi. Condividiamo l’obiettivo generale di rendere più economico e semplice l’accesso ai fondi d’investimento. “ 

Teresa Scarale
Teresa Scarale
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: