PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Bitcoin: anche le star lo vogliono

Bitcoin: anche le star lo vogliono

Salva
Salva
Condividi
Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello

11 Dicembre 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Ci sono nomi noti che fin dalle sue origini avevano supportato il Bitcoin

  • Nel 2020 la regina delle criptovalute ha iniziato la scalata verso i 20.000 dollari

La crescita del Bitcoin nel 2020 ha spinto molti investitori a scegliere questo asset. Tra questi troviamo anche diverse star

La crescita del Bitcoin ha spinto molti investitori a puntare sulla criptovaluta. Ci sono però anche diverse star che ultimamente hanno deciso di compare qualche valuta digitale per diversificare maggiormente il proprio portafoglio.

Tra questi troviamo il fondatore di Galaxy Digital che si è sbilanciato in modo più che positivo in merito alla valuta. Ha anche dichiarato di voler aumentare la quota investita. Maisie Williams, l’attrice che interpreta Arya Stark nel Trono di Spade, ha iniziato ad informarsi sui Bitcoin, e ha chiesto si suoi followers se dovesse investire nella regina delle criptovalute. Alla lunga lista di famosi che hanno sostenuto la valuta digitale ci sono Mel B delle Spice Girl (la prima che ha deciso di lanciarsi in questo mercato e accettare i pagamenti in questa valuta), Ashton Kutcher (la sua società di venture capital ha finanziato Uber e Airbnb. E lui si è dichiarato entusiasta della blockchain e ha investito nelle criptovalute), Mike Tyson (ha installato una serie di bancomat di Bitcoin in palestra a Las Vegas). Ma l’elenco non finisce qua, perché tra i primi a credere nel Bitcoin troviamo anche Donald Glover, Dj Khaled e Snoop Dogg. Più recentemente anche Gwyneth Paltrow ha deciso di provare queste valute digitali. E infine anche Paris Hilton ha mostrato un certo interesse per la regina del mondo digitale delle valute.

Da poco a tutto

Il 2020 è stato un anno importante per il Bitcoin. Quest’anno ha infatti iniziato la scalata verso i 20.000 dollari. La crescita stabile è talmente strabiliante che diversi analisti pensano che nel 2021 raggiungerà quota 89.000 dollari. Attenzione però a non lanciarsi a capofitto su questo asset. Bisogna infatti ricordarsi come le criptovalute sono molto volativi per loro natura. È dunque importante non investire più di quando non si sia disposti a perdere. Nel dicembre 2017 la corsa che l’aveva portato da meno di mille dollari fino a quasi 20mila era stata seguita da un crollo: nel giro di un mese il valore era più che dimezzato. C’è da dire che adesso la situazione è nettamente diversa. Il primo aspetto è la mossa di PayPal di accettare il bitcoin nei pagamenti. A metà ottobre la società aveva annunciato di essere pronta ad accettare i pagamenti in criptovalute (in una prima fase questa opzione sarà possibile solo per il mercato americano ma PayPal ha sottolineato che vuole aprire alle valute digitali tutti i suoi 346 milioni di clienti a livello globale. E dunque dal 2021 accanto alle 24 valute al momento accettate ci saranno anche i bitcoin, bitcoin cash e litecoin). Il secondo aspetto rispetto al 2017 è il fatto che adesso le criptovalute sono entrate definitivamente nel dibattito finanziario. Diverse banche centrali stanno infatti discutendo seriamente di introdurre una valuta digitale (Euro digitale, Yuan digitale).

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:BlockchainEuropa