PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Food e made in Italy: investire nell'eccellenza in modo sostenibile

Food e made in Italy: investire nell'eccellenza in modo sostenibile

Salva
Salva
Condividi
Gloria Grigolon
Gloria Grigolon

02 Dicembre 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva

L’Italia è qualità e varietà. E le sue aziende con lei, specie in ambito agroalimentare. Quale futuro si prospetta per il settore food? Cosa significa per gli investitori? Ne hanno parlato gli esperti di Ubs Global Wealth Management, assieme ad alcune eccellenze del made in Italy

Il settore agroalimentare in Italia conta tantissimo: così Paolo Federici, market head Italia, Ubs Global Wealth Management, in apertura dell’evento “Food: il futuro del settore agroalimentare”, nell’ambito del programma “Il vocabolario della sostenibilità“. Complessivamente, l’agroalimentare è il terzo settore per valore nell’export italiano e vale circa l’11% delle esportazioni di beni e servizi. Secondo i dati Istat, tra gennaio e giugno 2020, il comparto ha toccato i 22,1 miliardi di euro, con una crescita del 3,5% su base annua nonostante la fase di emergenza affrontata.

Investire nel food: il made in Italy sostenibile

Food e made in Italy sono da sempre sinonimo di alta qualità che, in un mercato di consumatori attenti ai temi della sostenibilità, richiede alle aziende anche grandi capacità di innovazione per mantenersi competitive e crescere in una nuova realtà costellata di sfide.

E sono proprio le realtà più innovative a svelare le opportunità di investimento più interessanti.

“Entro il 2030, il fatturato di settori quali le proteine vegetali, il farming 4.0, l’utilizzo di dati e robot, lo studio e il trattamento delle sementi dovrebbe segnare una crescita a doppia cifra”, ha commentato Matteo Ramenghi, cio di Ubs Wealth Management in Italia.

In questo senso,Ubs ha ospitato nel corso del proprio evento sul futuro del Food alcune eccellenze italiane che, raccontando la loro storia, hanno ulteriormente arricchito il “Vocabolario della sostenibilità” di Ubs.

Quali parole hanno selezionato per rappresentare la loro pratica di sostenibilità? Planet Farms, ha scelto “vetricale”, come il nuovo orizzonte dell’agricoltura, il Vertical Farming, al centro del suo business; Nonno Nanni ha rimarcato l’importanza di un futuro “compostabile”, e non solo biodegradabile; infine, Caffè Vergnano ha sottolineato l’importanza della “scelta” come parola chiave per indicare il valore della consapevolezza nelle proprie decisioni di acquisto, consumo e comportamento.

Guarda il Best of dell’evento

Clicca qui per rivivere l’evento completo

 

 

 

Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Investire nel foodEsgUbs