PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Swiss Life torna in Italia

Swiss Life torna in Italia

Salva
Salva
Condividi
Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello

28 Novembre 2018
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Swiss Life propone ai sui clienti la “fiscalità gestita”. Ci si potrà dunque divincolare dai vari adempimenti fiscali derivanti da una determinata polizza

  • La compagnia svizzera intende raddoppiare, nel prossimo triennio, gli attuali 3 miliardi di franchi di asset gestiti per conto di clienti residenti in Italia

La compagnia assicurativa svizzera decide di tornare nel mercato italiano offrendo alla clientela high net worth nuovi prodotti, un team di 15 esperti e un modello di distribuzione ibrida

Swiss Life Global Solution ritorna sul mercato italiano con l’obiettivo di raddoppiare le masse gestite in Italia nel prossimo triennio. La compagnia Svizzera si presenta dunque in Italia con due diverse soluzioni per gli high net worth, individui con una disponibilità superiore al milione di euro.

“L’Italia rappresenta per Swiss Life il secondo mercato estero più importante dopo quello francese e “ – dichiara Alessandro Tulli ,amministratore delegato di Swiss Life (Liechtenstein) AG- “presenta grandi opportunità di crescita. Sono poco meno di 400 mila gli italiani con ricchezza finanziaria superiore al milione di euro e fanno capo prevalentemente a individui con una fascia d’età superiore ai 55 anni, ovvero quella in cui si inizia ad affrontare il tema del passaggio generazionale. E’ proprio questa la clientela a cui ci rivolgiamo e alla quale proponiamo soluzioni che consentono di affrontare le questioni legate alla trasmissione del patrimonio”.

Il prodotto più innovativo, che entrerà nel mercato italiano, riguarda la fiscalità gestita. Questa opzione consentirà al cliente di svincolarsi totalmente dagli oneri fiscali derivanti da una determinata polizza.  Non si dovrà dunque preoccupare di versare l’imposta sul capital gain o di ricordarsi di indicare nel 730 nel riquadro RW la somma investita. Adempimenti fiscali che saranno dunque svolti da una compagnia fiduciaria, che lavorerà con Swiss Life. Ma non solo, in caso di morte, l’erede avrà la possibilità di scegliere se ricevere l’importo al netto delle tasse pagate, oppure la somma al lordo, e dunque occuparsi lui di tutti gli adempimenti fiscali del caso. La differenza rispetto a molte altre società, che fanno da sostituti di imposta, sta proprio nella flessibilità. L’opzione “fiscalità gestita” risulta infatti essere opzionale. Si potrà dunque decidere se attivarla al momento di stipulazione del contratto (con la Swiss Life), se richiedere il servizio in corso d’opera o se decidere di fermarla.

La strategia

La strategia di Swiss Life si basa dunque oltre che su nuove soluzioni assicurative anche su un modello di distribuzione ibrida e su unteam di 15 persone dedicato al mercato italiano. Per quanto riguarda i canali distributivi, la vendita di polizze avverrà o in maniera diretta, accedendo al sito “il private wealth” (operativo a partire dal 2 gennaio 2019) oppure attraverso broker specializzati nel private insurance. In entrambi i casi il contatto diretto rimarrà una parte fondamentale. Inoltre, rispetto ai principali competitor Swiss Life si distingue per la non vendita di polizze appartenenti al ramo 1 e la non appartenenza ad un ramo bancario.

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Private InsuranceAssicurazioni