PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Polizze e clientela private, le virtù delle unit Lombard

Polizze e clientela private, le virtù delle unit Lombard

Salva
Salva
Condividi
Contributor
Contributor, Giulio Romano

25 Aprile 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Nei contratti “a vita intera” la copertura del rischio demografico integra la prestazione che verrà pagata ai beneficiari

  • Lombard International Assurance ha introdotto nel 2014 la garanzia del capitale versato, la Wealth Life Cover. Il cliente può scegliere la quota di capitale da garantire, dal 20 al 100 per cento. È un’opzione che può essere liberamente attivata (o disattivata) dal cliente

  • Il massimale previsto, 20 milioni per testa assicurata, non ha eguali nel mercato assicurativo

Le polizze unit linked incontrano le esigenze degli HNWI. Nicola Alvaro, Senior Wealth Planner di Lombard International Assurance spiega a We-Wealth come questa polizza possa essere usata sia per scopi di protezione a lungo termine sia per soddisfare esigenze di performance finanziarie

Non è soltanto un modo per essere esposti all’andamento dei mercati. Spesso le polizze unit linked vengono considerate come strumenti soprattutto finanziari utili soltanto quando un investitore vuole prendere vantaggio dai trend, a breve o a lungo termine, dei mercati finanziari. Invece, soprattutto quando si rivolgono ad una clientela di HNWI, quei prodotti sono spesso complessi, costruiti per soddisfare le esigenze di quello specifico cliente non soltanto relative alla performance finanziaria ma anche di protezione a lungo termine. Ne parla a We-wealth.com Nicola Alvaro, Senior Wealth Planner di Lombard International Assurance

Lombard si caratterizza per la vendita di polizze di Ramo III alla sua clientela. Sono contratti quasi sempre “a vita intera”. Pertanto sono strumenti adatti a gestire i passaggi generazionali del patrimonio tra i contraenti ed i beneficiari della prestazione. Come viene contemplato il rischio demografico in tali tipologie di polizze ?

Nelle polizze linked il rischio demografico si traduce, per i prodotti offerti in Italia, nella c.d. copertura del rischio demografico ossia in un importo aggiuntivo che integra la prestazione assicurativa che verrà pagata ai beneficiari di polizza. Di norma, questa copertura può inquadrarsi come una percentuale dei premi pagati in polizza o del suo valore oppure declinarsi in altre modalità – ad esempio, questa percentuale può essere costante nel tempo (o decrescere con l’età dell’assicurato) oppure “agganciarsi” al rendimento di polizza – fino ad offrire una garanzia assicurativa ai beneficiari di polizza di restituzione, totale o parziale, del capitale versato in polizza.

Da quanto tempo Lombard offre questo tipo di garanzie sul capitale ?

Lombard International Assurance ha introdotto la Wealth Life Cover, ossia questa garanzia di restituzione del capitale versato in polizza (al netto di eventuali riscatti), dal 2014. Di recente, abbiamo reso questa opzione ancora più flessibile: infatti, il cliente può scegliere la percentuale del capitale versato da garantire (al netto degli eventuali riscatti) con un minimo del 20% e sino ad un massimo del 100% di detto capitale. E’ questa soglia, una volta selezionata, può essere sempre modificata in corso di contratto.

Sono tutele contenute di default nelle polizze oppure compagnia e cliente utilizzano lo strumento della flessibilità per adattare simili coperture all’età ed alle specifiche condizione del sottoscrittore della polizza e dei suoi familiari?

La Wealth Life Cover è prevista nel prodotto Private Client Insurance come opzione che può essere attivata dal cliente sin dal momento dell’emissione della polizza oppure in un momento successivo (ossia in corso di contratto). Il cliente può anche decidere di disattivarla in un secondo momento così come riattivarla. Insomma, offriamo la massima flessibilità per soddisfare al meglio le esigenze dei singoli clienti e a come queste mutano nel tempo. Dal canto nostro, è preferibile lasciare questa garanzia in piedi anche in fase positive dei mercati in quanto non genera alcun impatto in termine di costo: infatti, i relativi costi si applicano soltanto quando il rendimento di polizza è negativo e non quando il rendimento è positivo.

Ritenete che l’attuale configurazione delle vostre polizze sia già del tutto adeguata alle best practice europee e domestiche?

Abbiamo sempre a cuore il tema della protezione del patrimonio dei nostri clienti e questo aspetto (e non la recente giurisprudenza) ci ha spinto ad introdurre questa garanzia sul capitale versato in polizza (così come tutte le altre coperture del rischio demografico) sin dal 2014 con un massimale (anche conosciuto come “cap”) che non ha eguali sul mercato assicurativo (pari a EUR 20 milioni per testa assicurata) e senza limiti di età una volta che viene attivata dal cliente. Ciò sta a significare, ad esempio, che per la garanzia del capitale (la c.d. Wealth Life Cover), il prodotto preserva il patrimonio che verrà pagato ai beneficiari sino ad una perdita pari al massimale poc’anzi citato. Come già anticipato, di recente abbiamo reso questa opzione ancora più flessibile (potendola selezionare tra un minimo del 20% e sino ad un massimo del 100% del capitale versato) e sempre modificabile in corso di contratto. Quindi crediamo che l’attuale configurazione sia oltremisura adeguata alle best practice europee e domestiche in materia di prodotti unit-linked.

Contributor
Contributor , Giulio Romano
Il presente articolo costituisce e riflette un’opinione e una valutazione personale esclusiva del suo Autore; esso non sostituisce e non si può ritenere equiparabile in alcun modo a una consulenza professionale sul tema oggetto dell'articolo.

WeWealth esercita sugli articoli presenti sul Sito un controllo esclusivamente formale; pertanto, WeWealth non garantisce in alcun modo la loro veridicità e/o accuratezza, e non potrà in alcun modo essere ritenuta responsabile delle opinioni e/o dei contenuti espressi negli articoli dagli Autori e/o delle conseguenze che potrebbero derivare dall’osservare le indicazioni ivi rappresentate.
Condividi l'articolo