PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Fondi pensioni: documenti più leggeri e leggibili

Fondi pensioni: documenti più leggeri e leggibili

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

02 Febbraio 2021
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • La semplificazione dei testi è stata effettuata senza compromettere la possibilità per l’aderente di accedere a tutte le informazioni

  • Novità anche per quanto riguarda le disposizioni in materia di comunicazioni agli aderenti e ai beneficiari

La Commissione di vigilanza sui fondi pensione (Covip) ha emanato le istruzioni in materia di trasparenza per i fondi pensione

Fondi pensioni più leggeri e scritti con un linguaggio semplice. Queste le nuove regole stabile dalla Commissione di vigilanza sui fondi pensione (Covip). Sono dunque state emanate o le “istruzioni di vigilanza in materia di trasparenza” per i fondi pensione, unitamente al regolamento sulle modalità di adesione alle forme pensionistiche complementari.

Tale operazione di semplificazione dei testi è stata effettuata senza compromettere la possibilità per l’aderente di accedere a tutte le informazioni, in quanto sono state inserite indicazioni in merito a dove e come trovare ulteriori documenti e/o informazioni utili. É stata rivista completamente la forma grafica al fine di aumentare l’efficacia dell’informativa. E c’è un’apposita appendice dedicata all’informativa sulla sostenibilità, da consegnare anch’essa in fase di adesione.

Novità anche per quanto riguarda le disposizioni in materia di comunicazioni agli aderenti e ai beneficiari (al cui interno è stata assorbita la comunicazione periodica agli iscritti) hanno assunto una nuova veste grafica, finalizzata a rendere più immediato e percepibile per ciascun iscritto lo sviluppo della propria posizione previdenziale e a consentire valutazioni circa le possibili opzioni a disposizione nel prosieguo della costruzione della propria pensione complementare.

La Covip fa sapere che si è posta attenzione anche con alcuni elementi innovativi, alle disposizioni presenti sui siti web e sull’utilizzo delle tecnologie informatiche per semplificare e rendere più efficace la gestione dei rapporti con gli aderenti, nonché favorire la diffusione di documenti e informazioni utili.

In particolare,sono stati definiti i contenuti dell’area pubblica e dell’area riservata dei siti web e, per la prima volta, sono state date indicazioni sulle modalità di realizzazione di quest’ultima.

Ma non finisce qua, perché l’adozione delle Istruzioni in materia di trasparenza ha reso necessario aggiornare anche il regolamento Covip sulle modalità di raccolta delle adesioni. Questo si è reso necessario per esigenze di coordinamento e al fine di tenere conto delle novità apportate alla disciplina in materia di collocamento dei fondi pensione.

L’entrata in vigore delle nuove disposizioni è stata fissata, in linea generale, al 1° maggio 2021, questo per consentire agli operatori del settore di predisporre la nuova documentazione in tempi congrui. Sempre su questa linea si è ritenuto opportuno prevedere, in fase di prima applicazione, uno slittamento dei termini per gli adempimenti più rilevanti da porre in essere. E dunque, il termine per il deposito presso la Covip della nota informativa aggiornata, nella quale sono presenti le nuove adesioni, e per la trasmissione agli iscritti del prospetto delle prestazioni pensionistiche in fase di accumulo è stato spostato dal 31 marzo al 31 maggio 2021.

 

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
ALTRI ARTICOLI SU "Private Insurance"
ALTRI ARTICOLI SU "Fondi pensioni"
ALTRI ARTICOLI SU "Italia"