PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Assicurazioni, per sopravvivere iniziano a collaborare con le InsurTech

Assicurazioni, per sopravvivere iniziano a collaborare con le InsurTech

Salva
Salva
Condividi
Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello

03 Ottobre 2018
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Il 96% degli intervistati ha dichiarato di voler instaurare una collaborazione con le InsurTech

  • Molti sperano di ottenere, dalla collaborazione, un vantaggio competitivo o una migliore customer experience

Secondo il report “Word insurance 2018” pubblicato da Capgemini il comparto assicurativo sta puntando sempre più alle collaborazioni con le InsurTech

È sempre più frequente la collaborazione tra vecchi e nuovi player del comparto assicurativo. Questo quanto emerge dal report “World insurTech 2018”, pubblicato ieri da Capgemini. Dal report emerge dunque come i manager del settore assicurativo ritengano che il fenomeno delle InsurTech (insurance technology) a breve diventerà un importante catalizzatore in grado di ridefinire la customer experience, garantire una maggiore efficienza e poter creare nuovi modelli di business.

Il 96% degli intervistati ha infatti dichiarato di voler instaurare delle forme di collaborazione con le InsurTech. Si parla dunque di partnership e di sviluppare approcci Solution-as-a-service (SaaS). Nel dettaglio, il 77,9% ha dichiarato di preferire un approccio basato sulla “collaborazione volta allo sviluppo di una nuova soluzione” mentre il 75,8% ha affermato di prediligere un approccio SaaS per entrare in contatto con le InsurTech. Solo il 32,6% ha dichiarato di star prendendo in considerazione eventuali acquisizioni.

Per quanto riguarda invece i vantaggi della collaborazione, il 77,2% degli intervistati sostiene che questa potrebbe aiutare la sua società di assicurazioni ad avere una “maggior capacità di migliorare la customer experience”, il 59,5% ritiene invece che la collaborazione porterà un “time to make più veloce”, il 47% spera di ottenere “nuove competenze digitali” mentre il 40,5% vuole ottenere un “vantaggio competitivo” rispetto ai competitor del settore.

Dal report emerge con chiarezza che sia gli assicuratori che le InsurTech vedono nella collaborazione la chiave per il successo, che farà evolvere l’attuale ecosistema assicurativo, trasformando completamente la customer experience” ha affermato Raffaele Guerra, Insurance Sector Director, Capgemini Business Unit Italia.

Inoltre, gli assicuratori tradizionali ritengono che una nuova ondata di concorrenza arriverà probabilmente da una combinazione di aziende manifatturiere e BigTech. L’81% degli intervistati ritiene infatti che Amazon, nel breve periodo, sarà la fonte primaria di concorrenza. Mentre il 59,5% punta ad altre BigTech come Alibaba e altri produttori.

La collaborazione con le InsurTech deve dunque essere vista più come un tentativo di evoluzione forzata. Di certo, il settore delle assicurazioni così come strutturato fino ad oggi, non ha possibilità di sopravvivere a lungo. Vincent Bastid, Segretario generale di Efma ha infatti dichiarato come “il sorgere di un nuovo tipo di concorrenza si traduce nella necessità per gli assicuratori tradizionali di diventare agili e innovativi. La collaborazione con il giusto partner InsurTech faciliterà il percorso per raggiungere il giusto posizionamento, man mano che la rivoluzione del settore continua”.

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Private Insurance Capgemini Assicurazioni
ALTRI ARTICOLI SU "Private Insurance"
ALTRI ARTICOLI SU "Capgemini"
ALTRI ARTICOLI SU "Assicurazioni"