PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Ania: polizze vita in calo a gennaio 2021

Ania: polizze vita in calo a gennaio 2021

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

05 Marzo 2021
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • A inizio anno si sono dunque raggiunti premi unici aggiuntivi pari a 6,5 miliardi di euro, un calo del 20%

  • I nuovi premi di ramo I che riguardano le polizze individuali sono stati pari a 4,3 miliardi, una contrazione del 20% rispetto all’anno precedente

L’ultimo report pubblicato dall’Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici (Ania) mostra come si sia realizzato un calo nella produzione delle polizze vita individuali raccolte

Calo nella produzione delle polizze vita individuali raccolte in Italia dalle imprese italiane a gennaio. A dirlo è l’ultima analisi pubblicata dall’Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici (Ania). A inizio anno si sono dunque raggiunti premi unici aggiuntivi pari a 6,5 miliardi di euro, in calo del 20% rispetto al primo mese del 2020, quando la raccolta era stata particolarmente elevata e aveva superato gli 8 miliardi, con un forte incremento annuo pari a +24,5%.

Nel primo mese dell’anno il 41% delle imprese del campione, rappresentative del 26% del mercato in termini di premi, ha dunque registrato una raccolta superiore a quella di gennaio 2020 e il 61% delle imprese (per una quota premi pari al 58%) ha ottenuto un risultato migliore rispetto alla variazione media registrata da tutte le imprese italiane ed extra-Ue (-20,0%). Se poi si considerano anche i nuovi premi vita del campione delle imprese Ue, pari a 0,9 miliardi, importo in aumento del 3,3% rispetto a gennaio 2020, i nuovi affari vita complessivi nel mese sono stati pari a 7,4 miliardi, il 17,7% in meno rispetto al primo mese dell’anno precedente.

Spostando il focus sulle imprese italiane ed extra Ue, l’analisi mostra come nel mese di gennaio i nuovi premi di ramo I afferenti a polizze individuali sono stati pari a 4,3 miliardi, il 67% dell’intera nuova produzione vita (quota invariata rispetto a gennaio 2020), registrando, dopo la raccolta pressoché stazionaria nel mese di dicembre, una contrazione del 20% rispetto al corrispondente mese dell’anno precedente. “Va però sottolineato che nel mese di gennaio 2020 i premi di nuove polizze per questo comparto avevano osservato una crescita sostenuta e pari a +5,3%. In forte calo, seppur su importi più contenuti, la raccolta di nuove polizze di ramo V, che nel mese di gennaio ha registrato un ammontare pari a 57 mln, l’1% dell’intera nuova produzione vita, in calo del 76,5% rispetto a gennaio 2020, quando eccezionalmente era stato raccolto un ammontare di nuovi premi superiore ai 240 mln (il più alto del triennio 2018-2020)” si legge dal report.

La restante quota del volume di nuovi affari ha invece riguardato quasi esclusivamente il ramo III (unit-linked), con una raccolta di nuovi premi pari a 2,1 miliardi, in calo, dopo sei mesi consecutivi di variazione positiva, del 13,6% rispetto a gennaio 2020. La raccolta di nuovi premi delle polizze malattia di lunga durata (ramo IV) è stata pari a 3 milioni, in aumento (+14,3%), per il quinto mese consecutivo, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente mentre i nuovi contributi relativi alla gestione di fondi pensione aperti hanno registrato un decremento dell’1,7%, a fronte di un ammontare pari a 12 milioni.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Private InsuranceAniaItalia
ALTRI ARTICOLI SU "Private Insurance"
ALTRI ARTICOLI SU "Ania"
ALTRI ARTICOLI SU "Italia"