PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

La diseredazione: l’esclusione dal testamento

La diseredazione: l’esclusione dal testamento

Salva
Salva
Condividi
Maria Cristiana Felisi
Maria Cristiana Felisi

16 Settembre 2020
Tempo di lettura: 7 min
Tempo di lettura: 7 min
Salva

Brevi cenni in merito alla validità di una disposizione testamentaria di esclusione dalla successione

Continua a leggere l'articolo.
Questo contenuto è riservato a tutti gli iscritti sul sito di We Wealth.

Registrati gratuitamente per poter vivere appieno i contenuti di We Wealth fatti su misura per te.

Un’anziana signora, senza fratelli, non ha discendenti né marito. I parenti a lei più prossimi sono i quattro cugini di primo grado: con due di essi ha una relazione quasi fraterna; mentre con gli altri due, Tizio e Caio, i rapporti sono andati col tempo logorandosi irrimediabilmente. La signora, che alla morte vuole lasciare tutto in parti uguali ai due cugini ai quali è più legata, decidere di redigere un testamento in cui esclude dalla propria successione Tizio e Caio, elencando anche le numerose ragioni che l’hanno condotta a questa scelta.