PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Passaggio generazionale: l’impero Koch è al sicuro

Passaggio generazionale: l’impero Koch è al sicuro

Salva
Salva
Condividi
Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello

27 Agosto 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Il successore dell’impero, più probabile, sarà Chase Koch, nipote di David Koch e figlio di uno dei due fondatori

  • Non si sa ancora cosa ci sarà scritto nel testamento e se la moglie di David Koch erediterà tutta la sua quota di azioni, rendendola una delle donne più ricche negli Usa

Con la morte di uno dei fondatori dell’impero Koch si potrebbe pensare ad uno scossone finanziario, nel mondo corporate. E invece no. La famiglia ha infatti programmato nei minimi dettagli l’inserimento del successore, evitando possibili tensioni

Muore David Koch, uno degli uomini più ricchi al mondo e che aveva dato vita ad un impero industriale di 137 miliardi di dollari. Il successore più papabile è il nipote Chase Koch. Si parla dunque di un passaggio generazionale in piena regola d’arte e da quanto si sa, organizzato nei minimi dettagli. “Non cambia nulla – dichiara il portavoce della famiglia- le quote di David rimangono alla famiglia”.

Il dettagliato passaggio non è ancora stato svelato dalle Koch Industries, ma quello che si sa è che il figlio di Charles (fratello di David) è un candidato alla guida dell’impresa di famiglia. Chase Koch ha 42 anni ed è l’unico membro della nuova generazione che lavora nell’azienda. La sorella, Elizabeth Koch, gestisce invece una casa editrice. Attualmente Chase, gestisce la Koch disruptive technologies, che ha investito in tecnologie all’avanguardia tra cui la chirurgia tecnologica. Ruolo non strano quello di Chase.

Ci sono infatti diverse famiglia che prima di far entrare ai vertici i figli decidono di affidargli un ramo della società di famiglia per metterli alla prova. Se hanno le giuste qualità la società prospera, altrimenti il delfino viene escluso dal management aziendale. Aspetto interessate, del futuro erede dell’impero, è la sua formazione. Chase, a differenza di suo padre e zio non ha studiato ingegneria chimica, ma marketing. Dopo la laurea ha trascorso diversi anni ad Austin cercando di entrare nel mondo tecnologico. E fece anche parte di una rock band. Quando tornò a Wichita per tornare a casa, Chase iniziò a ricoprire ruoli in diversi settore della società: fusioni, acquisizioni, fisco, amministrazione e commercio.

Questo percorso è stato necessario per far capire a Chase come la società operava e quali erano i punti deboli e forti dell’impresa di famiglia. Il ruolo di Chase, dopo la morte di suo nonno, David, sarà dunque più centrale rispetto agli anni scorsi. Ma in scena, per l’eredità entreranno anche la moglie di David: Julia Flesher Koch e i figli: David Jr, Mary e John. Julia Flesher, se secondo il testamento avrà diritto alle azioni del marito, diventerà una delle donne più ricche nel comparto corporate Usa.

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Passaggio Generazionale