PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Le agevolazioni per le startup

Le agevolazioni per le startup

Salva
Salva
Condividi
Contributor
Contributor, Alessandro Montinari

25 Giugno 2019
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva

L’avvio di un business in Italia risulta oggi più conveniente che in passato. Le startup possono essere modulate a seconda dei ricavi attesi e il regime fiscale è premiante. Ma quali sono le agevolazioni più interessanti?

Che sia per investimento o per realizzare il sogno nel cassetto, l’avvio di un business in Italia risulta oggi più conveniente che in passato. Le startup possono essere modulate a seconda dei ricavi attesi e, così, dalla gestione semplificata in forma individuale si può passare a quella più strutturata del veicolo societario. E il regime fiscale è premiante. Ecco le agevolazioni più interessanti.

Startup in regime forfettario

In questi primi mesi del 2019 si è registrato un vero e proprio picco dell’apertura di partite Iva (ben 196 mila) e di adesioni al regime forfettario (104.456) da parte delle persone fisiche che esercitano o intendono esercitare un’attività d’impresa in forma individuale. Il motivo è rappresentato dalla “flat tax” , ovvero l’imposta piatta che con una sola aliquota tassa i redditi prodotti fino a Euro 65 mila. Con la legge di bilancio 2019 è stato infatti reso molto più ampio l’ambito applicativo e innalzata la soglia limite dei ricavi/ compensi e sono stati eliminati gli ulteriori requisiti di accesso. Se si rispettano determinati requisiti si può applicare un’imposta sostitutiva del 5% per i primi 5 anni di attività. Diversamente l’aliquota dell’imposta sostitutiva per le nuove startup avviate in forma individuale è del 15%. Accanto all’aliquota agevolata (rispetto al regime ordinario delle aliquote Irpef per scaglioni) l’adozione del regime forfettario comporta inoltre una serie di semplificazioni tanto ai fini Iva quanto ai fini delle imposte dirette

Startup innovative

Per le attività imprenditoriali che richiedono una struttura di società di capitali non quotate e che hanno quale oggetto sociale esclusivo o prevalente della propria attività “lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico” il legislatore ha previsto agevolazioni fiscali e semplificazioni tra cui: agevolazioni di carattere fiscale e contributivo sugli strumenti finanziari diretti a remunerare prestazioni lavorative e consulenze qualificate (work for equity); detassazione degli strumenti finanziari a fronte di apporti di opere e servizi; misure di semplificazione per l’accesso al credito per le imprese che assumono a tempo indeterminato (esteso anche ai contratti di apprendistato) personale altamente qualificato in possesso di laurea magistrale e impiegata in attività di ricerca e sviluppo; erogazione del credito di imposta in via prioritaria rispetto alle altre imprese.

Affinché una società possa rientrare nel regime è necessario il concorso di determinati requisiti tra i quali il totale del valore della produzione annua non superiore a 5 milioni di euro e il non aver distribuito utili dall’anno della loro costituzione per tutta la durata del regime agevolativo. Inoltre una componente della spesa deve essere investita in costi di ricerca e sviluppo.

Agevolazioni fiscali per chi investe in startup innovative

La legge di bilancio 2019 ha incrementato per la sola annualità in corso le agevolazioni fiscali a favore dei soggetti che investono nel capitale delle startup innovative nella seguente misura: – aumento della detrazione fiscale dal 30% al 40% per le persone fisiche con limite massimo dell’investimento di Euro 1 milione; – aumento della deduzione fiscale per le imprese dal 30% al 40% con limite massimo dell’investimento di Euro 1,8 milioni. – aumento della percentuale di deduzione al 50% esclusivamente per gli investitori società di capitali nei casi di acquisizione dell’intero capitale sociale della startup a condizione che esso sia acquisito e mantenuto per almeno 3 anni

Contributor
Contributor , Alessandro Montinari
Il presente articolo costituisce e riflette un’opinione e una valutazione personale esclusiva del suo Autore; esso non sostituisce e non si può ritenere equiparabile in alcun modo a una consulenza professionale sul tema oggetto dell'articolo.

WeWealth esercita sugli articoli presenti sul Sito un controllo esclusivamente formale; pertanto, WeWealth non garantisce in alcun modo la loro veridicità e/o accuratezza, e non potrà in alcun modo essere ritenuta responsabile delle opinioni e/o dei contenuti espressi negli articoli dagli Autori e/o delle conseguenze che potrebbero derivare dall’osservare le indicazioni ivi rappresentate.
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Imprese e startup