PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Ftse Mib: Cda sempre più ricchi, ma il covid chiama prudenza

Ftse Mib: Cda sempre più ricchi, ma il covid chiama prudenza

Salva
Salva
Condividi
Rita Annunziata
Rita Annunziata

17 Giugno 2020
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Solo alcune imprese hanno deciso di sospendere l’implementazione dei sistemi di incentivazione dei manager nel 2020

  • “La pandemia potrebbe ampliare l’importanza e il focus dell’area social nelle agende degli executive”, spiega Marco Valerio Morelli di Mercer Italia

  • Il 69% delle aziende presenta un indicatore Esg nei propri sistemi di incentivazione nel breve termine

Se nel 2019 è stato registrato un aumento dei compensi dei membri dei consigli di amministrazione delle principali società quotate sul Ftse Mib, la pandemia chiama una maggiore prudenza. Intanto, la sostenibilità acquisisce un ruolo sempre più di primo piano nella valutazione dell’operato del management

Le tasche dei membri dei Consigli di amministrazione delle principali società quotate sul Ftse Mib continuano a riempirsi, ma la pandemia aumenta le incertezze e le preoccupazioni, invitando le imprese a una maggiore prudenza. In un’ottica sostenibile.

Secondo l’ottava edizione dello studio annuale di Mercer, società di consulenza in materia di risorse umane, nel 2019 la positività delle performance azionarie e industriali delle imprese quotate sul mercato italiano ha comportato un incremento dei premi di incentivazione annuale dei manager. Ma lo shock pandemico ha posto le aziende di fronte a un anno di sfide che richiederanno una ridefinizione dei propri obiettivi di gestione e sviluppo del capitale umano.

L’incertezza legata a budget e piani industriali, infatti, fa emergere una sostanziale prudenza nella gestione dei sistemi di incentivazione, sia nel breve che nel lungo termine. In entrambi i casi, la durata e l’impatto della crisi saranno determinanti per valutarne gli effetti ma, spiega lo studio, per il momento solo poche aziende hanno deciso di sospendere gli incentivi nel 2020. Molto più frequentemente, invece, è stata manifestata l’intenzione di apportare “eventuali correzioni in termini di meccanismi di funzionamento o livelli di premio riconosciuti”.

In questo contesto, inoltre, la sostenibilità acquisisce un ruolo sempre più di primo piano nella valutazione dell’operato del management. Secondo l’analisi, il 69% delle imprese quotate sul Ftse Mib presenta un indicatore Esg (environmental, social, governance) nei propri sistemi di incentivazione nel breve termine, in crescita rispetto al 56% del 2018 e al 52% del 2017. Cresce in misura maggiore la percentuale di imprese che segnalano un indicatore Esg nei sistemi incentivanti di lungo termine, che passa dal 17% al 44%.

E la pandemia potrebbe portare a un ampliamento del focus sulla “s” dell’acronimo. “Tra le varie implicazioni della crisi covid-19 c’è, e certamente ci sarà in futuro, la gestione del capitale umano – spiega Marco Valerio Morelli, amministratore delegato di Mercer Italia – Essa non può prescindere dall’esigenza di avere il giusto livello di ingaggio da parte di tutti i dipendenti, anche alla luce delle modalità inedite con le quali la maggior parte di essi sta lavorando”.

Secondo Morelli, inoltre, le aziende che porranno l’accento sulla pianificazione e la valutazione di tutti gli stakeholder potrebbero ottenere un vantaggio nel “preservare e continuare a ingaggiare” il proprio capitale umano. “La pandemia potrebbe ampliare l’importanza e il focus dell’area social nelle agende degli executive”, aggiunge Morelli che conclude: “rileviamo quindi con favore l’utilizzo di metriche Esg non solo attinenti a tematiche quali ambiente e sicurezza sui luoghi di lavoro, ma anche a misure finalizzate a considerare l’engagement dei dipendenti, nonché la diversità e l’inclusione”.

Rita Annunziata
Rita Annunziata
Condividi l'articolo
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.
ALTRI ARTICOLI SU "Imprese e startup"
ALTRI ARTICOLI SU "Borsa Italiana"
ALTRI ARTICOLI SU "Imprese"