PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Crescono le startup avviate online: in testa Milano

Crescono le startup avviate online: in testa Milano

Salva
Salva
Condividi
Redazione We Wealth
Redazione We Wealth

27 Febbraio 2020
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva
  • Nel quarto trimestre del 2019 le imprese avviate online erano 262

  • Se si considerano le startup innovative iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese, quattro su 10 hanno adottato la nuova modalità di costituzione digitale

  • La Lombardia si attesta al primo posto a livello nazionale con 745 startup costituite online

Sempre più startup innovative ricorrono alla modalità di costituzione online. Secondo la 14esima edizione del rapporto trimestrale del Mise, oggi sono ben 2.769. Milano guadagna la cima della classifica per distribuzione territoriale

Continua a crescere il numero di startup avviate online. Nel quarto trimestre del 2019, le imprese innovative che hanno fatto ricorso alla modalità di costituzione digitale hanno registrato un importante rialzo, passando dalle 201 dei tre mesi precedenti a 262. A evidenziarlo è la quattordicesima edizione del rapporto trimestrale del Ministero dello sviluppo economico, in collaborazione con Unioncamere e InfoCamere.

Secondo lo studio, alla fine del 2019 le startup innovative che hanno accolto i benefici del digitale ammontavano a 2.769. Di queste, 2.005 imprese hanno fatto ricorso a una procedura interamente online, validando gli atti fondativi attraverso la firma digitale.

Restano in attesa dell’iscrizione nella sezione dedicata del Registro delle imprese 346 startup. Per quelle che, invece, hanno già portato a termine l’iscrizione, lo studio del Mise evidenzia come quasi quattro startup innovative su 10 hanno preso in considerazione la nuova modalità di costituzione, ovvero il 39,8%. Un dato lievemente in calo rispetto ai valori degli ultimi dodici mesi, che si attestano al 36,4%.

La distribuzione regionale: Lombardia al primo posto

Da nord a sud, la nuova modalità di costituzione digitale delle startup ha coinvolto tutte le regioni italiane. Tenendo conto di quelle costituite a partire dal luglio del 2016 e ancora iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese al 31 dicembre 2019, la Lombardia guadagna il vertice della classifica con 745 startup avviate online, che rappresentano circa il 27,5% del totale nazionale. Seguono il Veneto con 302 startup, vale a dire l’11,1%, il Lazio con 260 (10,9%) e la Campania con 205 (7,6%).

“D’altro canto, la nuova modalità risulta ancora sotto-utilizzata in alcune regioni che pur vantano una significativa presenza di nuove imprese innovative – si legge nel report – Caso più evidente è quello dell’Emilia-Romagna, che ospita l’8,6% delle startup innovative ma solo il 5,5% di quelle costituite online”.

Se si considera invece il contesto provinciale, Milano si afferma ancora una volta come la patria delle startup innovative costituite online, con 456 imprese, ben il 16,8% del totale nazionale. Segue Roma con 260 startup, mentre concludono la top-5 Padova con 92, Verona con 81 e Bergamo con 75.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Imprese e startup Italia Mise Imprese
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.