PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Natixis Investment Managers dice addio alla controversa H2O

Natixis Investment Managers dice addio alla controversa H2O

Salva
Salva
Condividi
Teresa Scarale
Teresa Scarale

05 Novembre 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva

La presentazione dei risultati trimestrali è l’occasione per Natixis di annunciare la separazione dalla controversa società H2O Asset Management

La presentazione dei risultati trimestrali è l’occasione per Natixis di annunciare l’addio alla controversa società H2O Investment Managers (quella legata allo scandalo del fondo Allegro), in cui detiene una partecipazione di maggioranza. La società francese di servizi finanziari ha annunciato che sono in corso le negoziazioni per uscire entro il 2021 dalla partnership con la società di Bruno Crastes, non più considerato “un asset strategico per il gruppo”.

La società inoltre comunica che Natixis e La Banque Postale hanno completato l’integrazione delle rispettive aree di business relative al reddito fisso e ai prodotti assicurativi in Ostrum Asset Management. È nato così un nuovo soggetto leader nel settore dell’asset management europeo, con aum complessive pari a 1,100 miliardi di euro. Ostrum Asset Management è detenuta per il 55% da Natixis Investment Management e per il 45% da La Banque Postale Asset Management. L’asset manager francese comunica poi che il nuovo piano strategico 2024 verrà presentato a inizio giugno 2021. L’amministratore delegato Nicolas Namias dichiara quindi che ridurrà il costo del rischio, accelerando la transizione green del portafoglio energetico della banca. A tal fine quest’ultima uscirà dai settori dello Shale Oil &Gas entro il 2022.

La banca nel terzo trimestre del 2020 ha registrato un utile netto pari a 39 milioni di euro, per un risultato corrente di 1,76 miliardi di euro. L’indice di solidità patrimoniale Cet1 ratio si attesta all’11,7%. Il taglio dei costi previsto per il 2024 è di 350 milioni di euro, mentre per il 2021 si attende una distribuzione del dividendo.

“Natixis ha preso una serie di decisioni strategiche e operative per preparare il proprio futuro” afferma il ceo Nicolas Namias. “Il nostro obiettivo è riportare Natixis su un percorso di creazione di valore sostenibile. La crescita nella nostra divisione Asset Management sarà sostenuta dalla fusione operativa tra La Banque Postale AM ​​e Ostrum AM, che ha aumentato il nostro patrimonio gestito fino a quasi 1100 miliardi di euro, e dalla decisione di far evolvere il nostro rapporto con H2O AM”.

Ciò premesso, “i risultati della nostra attività di Corporate & Investment Banking diventeranno più stabili grazie all’adeguamento del nostro posizionamento nei derivati ​​azionari e alla riduzione della nostra esposizione al settore Oil & Gas. Queste decisioni segnano un passo importante nello sviluppo e nella crescita di Natixis e aprono la strada alla preparazione del nostro piano strategico 2024, che sarà pubblicato all’inizio di giugno 2021”.

“L’ultimo trimestre ha segnato anche un ritorno agli utili positivi per Natixis con Insurance and Payments che hanno registrato una solida crescita, Asset & Wealth Management che ha tenuto bene, in particolare in termini di asset under management, e i ricavi del Corporate & Investment Banking si sono stabilizzati. In un contesto economico e sanitario così straordinario, vorrei rendere omaggio all’impegno e alla dedizione dei team di Natixis nel servire i nostri clienti e nel supportare il finanziamento dell’economia, nonché riaffermare la fiducia che ho nella capacità di Natixis di perseguire le proprie ambizioni”.

Teresa Scarale
Teresa Scarale
caporedattore
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:Società e IstituzioniNatixisEuropa
ALTRI ARTICOLI SU "Società e Istituzioni"
ALTRI ARTICOLI SU "Natixis"
ALTRI ARTICOLI SU "Europa"