PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Intesa verso 100% Ubi, è l’ora dell’obbligo di acquisto

Intesa verso 100% Ubi, è l’ora dell’obbligo di acquisto

Salva
Salva
Condividi
Teresa Scarale
Teresa Scarale

24 Agosto 2020
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Come da programma è partito il 24/08/2020 il periodo di presentazione delle richieste di vendita delle azioni residue di Ubi Banca. Proseguirà fino all’11 settembre, salvo eventuali proroghe

  • La procedura congiunta avrà quindi ad oggetto la totalità delle rimanenti azioni ordinarie Ubi non possedute da Intesa Sanpaolo ancora in circolazione, e si concluderà con il trasferimento a Intesa Sanpaolo della titolarità di ciascuna di tali azioni

  • I dati della prima giornata comunicati da Borsa Italiana

Il successo oltre ogni aspettativa (90,2%) dell’opas Intesa su Ubi ha aperto la procedura dell’obbligo di acquisto delle azioni residue della banca bergamasca

Ha preso il via il 24 agosto 2020 alle 8.30 la procedura dell’obbligo di acquisto / periodo di presentazione delle richieste di vendita “con riferimento a 112.327.119 azioni ordinarie di Ubi Banca. La finestra temporale chiuderà alle ore 17h30 dell’11 settembre 2020 salvo proroghe. Il gruppo Intesa ha raggiunto grazie all’opas (e al private placement) una partecipazione superiore al 90%, ma inferiore al 95% del capitale sociale di Ubi. Per la legge italiana, Intesa Sanpaolo dovrà adempiere quindi all’obbligo di acquisto delle restanti 112.327.119 azioni rappresentanti il 9,8164% del capitale di Ubi.

Conseguenze dell’obbligo di acquisto Intesa-Ubi sulle azioni residue

La procedura congiunta avrà quindi ad oggetto la totalità delle rimanenti azioni ordinarie Ubi non possedute da Intesa Sanpaolo ancora in circolazione, e si concluderà con il trasferimento a Intesa Sanpaolo della titolarità di ciascuna di tali azioni. Conseguenza del sell-out è che Isp acquisterà anche le azioni Ubi Banca sottostanti agli American Depositary Receipts. Inoltre, i gli accordi di deposito relativi agli stessi saranno automaticamente sciolti.

Il pagamento del corrispettivo avverrà il 17 settembre. Il delisting di Ubi invece si attende per il 18 settembre. Nella prima giornata, gli azionisti di Ubi Banca hanno presentato richieste di vendita per 478.191 azioni, pari allo 0,426% del capitale. Lo ha reso noto Borsa Italiana nelle comunicazioni obbligatorie sull’offerta pubblica, in cui ricorda che le azioni ordinarie di Ubi acquistate sul mercato nei giorni 10 e 11 settembre non potranno essere oggetto delle richieste di vendita.

Teresa Scarale
Teresa Scarale
caporedattore
Condividi l'articolo
Se non vuoi mancare aggiornamenti importanti per te, registrati e segui gli argomenti che ti interessano.
ALTRI ARTICOLI SU "Società e Istituzioni"
ALTRI ARTICOLI SU "Banche"
ALTRI ARTICOLI SU "Intesa Sanpaolo"