PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Nel portafoglio degli italiani il risparmio gestito sorpassa le obbligazioni

Nel portafoglio degli italiani il risparmio gestito sorpassa le obbligazioni

Salva
Salva
Condividi
Salva
  • Gli italiani preferiscono il risparmio gestito alle obbligazioni

  • Anche nel 2018 gli italiani confermano la tendenza a sotto-assicurarsi

Dall’Indagine sul risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2018, presentata oggi a Torino da Intesa SanPaolo e il Centro Einaudi, è emerso come nel 2018 gli italiani hanno preferito una forma di risparmio gestito alle obbligazioni

Il risparmio gestito sorpassa le obbligazioni nel portafoglio degli italiani. Questo quanto emerso dall’Indagine sul risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2018, presentata oggi a Torino da Intesa SanPaolo e il Centro Einaudi. Dal report emerge dunque come i risparmiatori italiani hanno abbandonato le obbligazioni per concentrarsi maggiormente sul risparmio gestito.

I numeri parlano chiaro. Gli italiani nel 2018 detengonoin portafoglio il 19% di obbligazioni. Numero in netto calo, se si pensa che nel 2007 era pari al 29%. “Per i possessori” si legge nel documento “esse rappresentano ormai solo il 24% dell’attivo” (nel 2015 si era toccata quota 36%). Dalle obbligazioni, gli investitori intervistati si sono dunque diretti o verso la liquidità o verso il risparmio gestito. La prima scelta c’è da dire che è stata favorita anche da un tasso di inflazione inferiore all’1%. Il risparmio gestito nel 2018 ha invece ha toccato quota 21,4% nel portafoglio degli italiani. Nel dettaglio il rapporto evidenzia come i sottoscrittori di fondi comuni sono risultati essere il 10,9%, contro il 7,2% nel 2015. Gli ETF sono saliti al 7,3%, contro il 2,3 % del 2015 e le polizze unit linked hanno raggiunto il 2,8%. Dato in aumento rispetto al 2015 quado si registrava un 2%. Le azioni restano invece uno strumento ancora poco usato, perché ritenute complicate soprattutto per tutti quegli investitori che prediligono la sicurezza.

Le Assicurazioni Vita

Altro tassello toccato nel documento sono state le assicurazioni Vita. In questo caso si evidenzia come gli italiani siano ancora poco orientati a proteggersi anche dal punto di vista della pensione integrativa. La sottoscrizione di una polizza, che paga un capitale in caso di morte, risulta essere dichiarata solo dal 9% degli intervistati. Questa percentuale varia però in base al reddito. Le classi con redditi inferiori si assicurano per il 5% contro il 15% delle classi con un reddito medio alto. Le polizze vita che hanno però anche un contenuto pensionistico- previdenziale risultano essere molto più diffuse. Il 17% del campione complessivo ha infatti dichiarato di possederne una.

Nel dettaglio, il report, evidenzia come il 28% degli imprenditori, il 24% dei dirigenti, il 17% degli impiegati, il 19% degli operai, il 19% dei laureati e il 18% delle persone che hanno conseguito il titolo di scuola media inferiore hanno stipulato una polizza vita ibrida. Per quanto riguarda invece la propensione a voler sottoscrive una polizza del terzo pilastro, il 17% si dichiara interessato. Ma attenzione, perché solo il 3% del 17 dichiara effettivamente di aver già programmato la sottoscrizione. Il restante 14% è dunque composta da intenti che molto difficilmente passeranno all’investimento concreto.

L’indagine conferma dunque che gli italiani sono sotto-assicurati. Solo il 20% dei proprietari ha infatti un’assicurazione sulla casa e solo il 7,5% ha un’assicurazione per la responsabilità civile. Nonostante questo il 56% si dichiara preoccupato se dovesse mai risarcire un danno da 1000 euro. Ma le contraddizioni continuano perché solo il 14% ha sottoscritto un fondo pensione aperto o chiuso, ma nonostante ciò il 52% dichiara di essere preoccupato per il mantenimento del tenore di vita quando andrà in pensione.

In definitiva si può dire che gli italiani hanno in portafoglio più rischi futuri che coperture.

Giorgia Pacione Di Bello
Giorgia Pacione Di Bello
Condividi l'articolo
ALTRI ARTICOLI SU "Società e Istituzioni"
ALTRI ARTICOLI SU "Intesa Sanpaolo"
ALTRI ARTICOLI SU "Polizze"