PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Deutsche, lavoro in team per formare le nuove leve

Deutsche, lavoro in team per formare le nuove leve

Salva
Salva
Condividi
Maria Giovanna Arena
Maria Giovanna Arena

28 Gennaio 2020
Tempo di lettura: 3 min
Tempo di lettura: 3 min
Salva

Deutsche Bank sta lavorando a un progetto per la costruzione di squadre composte da due a quattro professionisti. Una soluzione che, spiega Silvio Ruggiu, head of advisory clients, può favorire l’ingresso di figure junior

Lavoro di squadra con i consulenti con maggiore esperienza e acquisizione di nuovi talenti in collaborazione con varie università italiane. Con questo binomio Deutsche Bank financial advisors (Dbfa) intende gestire il reclutamento e la formazione dei millennial nel suo network di oltre 1.100 consulenti finanziari.

“La rete dei consulenti finanziari è parte di Advisory clients, la struttura di Deutsche Bank che offre servizi di banca premium, consulenza di alto livello e prodotti evoluti a clienti privati, imprenditori e aziende, grazie a una piattaforma integrata per consulenti finanziari, private banker e gestori aziende. Nell’ultimo anno abbiamo investito molto sui nostri financial advisor, erogando oltre 10mila ore di formazione dedicate al rafforzamento manageriale, alla leadership, alla consulenza, alla comunicazione, al cliente imprenditore e alle tematiche d’impresa. E nel 2019 abbiamo raggiunto i 15 miliardi di masse gestite, con una crescita del 10% anno su anno”, spiega a We Wealth Silvio Ruggiu, head of Advisory clients di Deutsche Bank in Italia. “Questi risultati sono stati raggiunti grazie in particolare a un focus sul cliente-imprenditore e a una crescente collaborazione tra i consulenti finanziari e i gestori azienda del gruppo. Oggi le imprese ci chiedono sempre più supporto: dalla pianificazione della crescita dimensionale dell’azienda ai passaggi generazionali. La gestione familiare delle imprese è, infatti, il modello più diffuso in Italia per cui è indispensabile offrire una consulenza che è in grado di trattare in maniera congiunta ricchezza privata e patrimonio aziendale, attuale e futuro. Andare in azienda con un team che abbia tutte le competenze richieste diventa così cruciale. Ci tengo a sottolineare che gli affidamenti fatti, sia per linea ordinaria che straordinaria, alle imprese introdotte da consulenti finanziari sono stati pari a 280 milioni di euro nel 2019”.

Lungo il proprio percorso di sviluppo, racconta Ruggiu, Deutsche Bank financial advisors ha deciso di dedicare un progetto importante ai giovani, perché “siamo convinti che il loro apporto ci permetterà di guardare al futuro con uno sguardo nuovo. Il mondo della consulenza finanziaria ha bisogno di inserire nuove leve. È un obbligo sociale della nostra categoria offrire delle opportunità a giovani qualificati che possono impegnarsi in un mondo che ha grandi potenzialità di crescita. I junior selezionati grazie alla collaborazione con gli atenei (presso i quali verranno organizzate giornate di presentazione della professione e job day) saranno inseriti in Dbfa con un percorso formativo teorico e pratico di quattro mesi (che prevede sia formazione in aula sia esperienza diretta sul campo) finalizzato all’esame di abilitazione. Una volta ottenuta, il giovane entra nella squadra dei financial advisor. Accanto a questo progetto ne stiamo avviando un altro, dbfaTeam, che prevede la costituzione di squadre composte da due a quattro consulenti, che potranno condividere la gestione di alcuni clienti selezionati.

I team potranno essere sia orizzontali, con professionisti che esprimono competenze diverse, sia verticali, per favorire l’ingresso di giovani e contribuire alla loro formazione facilitando anche il passaggio generazionale. Questo progetto sarà pienamente operativo nel corso del 2020”.

GUARDA QUI IL VIDEO DI SILVIO RUGGIU

Maria Giovanna Arena
Maria Giovanna Arena
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU: Reti Deutsche Bank