PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Finanza & Futuro spinge sull’acceleratore e rafforza la Private advisory unit

24 Aprile 2018 · Stefania Pescarmona

  • Cresce la Private advisory unit di Finanza & Futuro, divisione nata nel 2014 e guidata da Federico Gerardini

  • Nella divisione entrano cinque nuovi professionisti, tutti nel network Nord guidato da Ivano Guidotti

  • Fortemente soddisfatto Dario Di Muro, ad di Finanza & Futuro, società che vanta oggi oltre 1300 professionisti in Italia

Nella divisione di Finanza & Futuro specializzata nella gestione dei clienti dal profilo private entrano 5 nuovi professionisti: Fabio Bottarelli Bernasconi, Antonella Arcuri, Ernesto Moroni, Mario Vaccarino e Claudio Cappuccino

Finanza & Futuro mette la quinta e accelera nel processo di crescita della Private advisory unit (Pau), la divisione specializzata nella gestione dei clienti dal profilo private, che si affianca alle altre due strutture di private banking e di wealth management di Deutsche Bank che operano in Italia.
La Private advisory unit, che è guidata da Federico Gerardini, è nata infatti nel 2014 per sviluppare un dialogo esclusivo e riservato con i clienti che richiedono elevate competenze tecniche e relazionali, proponendosi come partner solido e affidabile, in grado di fornire una gestione integrata ed equilibrata di tutte le dimensioni patrimoniali (investimenti, impresa e famiglia).
All’interno della Private advisory unit di Finanza & Futuro (la rete dei consulenti finanziari del gruppo Deutsche Bank) si è assistito, ora, a cinque nuovi ingressi, che sono stati inseriti tutti nel network Nord della divisione guidato da Ivano Guidotti, e sono coordinati dal regional head Carlo Manzone.
In particolare, nel team di Milano è arrivato Fabio Bottarelli Bernasconi (provenienza Banca Leonardo, senior private di elevato profilo con un portafoglio clienti molto rilevante, che è stato founder partner di Etra Sim e Sgr), Antonella Arcuri ed Ernesto Moroni (entrambi in precedenza banker di Sofia Sgr e con una lunga esperienza nella divisione private del gruppo Intesa) e Mario Vaccarino (ex Banca Albertini-Syz, realtà nella quale ha maturato notevoli capacità nella gestione di clientela Hnwi). Il quinto e ultimo ingresso ha riguardato invece il team Pau di Emilia Romagna e Marche, che si è rafforzato Claudio Cappuccino, manager proveniente da Azimut, che avrà l’obiettivo di sviluppare ulteriormente la presenza della Pau su un territorio strategico.
Grande soddisfazione per l’arrivo di questi cinque nuovi professionisti è stata espressa da Dario Di Muro, amministratore delegato di Finanza & Futuro, società che vanta oggi oltre 1300 professionisti in Italia, con portafogli medi di elevata qualità superiori ai 10 milioni di euro e 14 miliardi di patrimonio in gestione a livello nazionale. “Il loro arrivo porta ulteriore esperienza al team guidato da Federico Gerardini, che già rappresenta un’area di eccellenza e focalizzazione particolarmente importante per Finanza & Futuro, oltre che un reale valore aggiunto per il servizio che offriamo ai nostri clienti”, ha dichiarato Di Muro, che punta a raggiungere (quanto prima, e comunque nel giro di due-tre anni) 20 miliardi di asset under management, rispetto ai 14,21 miliardi del 30 settembre 2017. Una grossa spinta arriverà ovviamente proprio dal reclutamento (visto che l’obiettivo del gruppo è infatti quello di inserire annualmente 150 professionisti qualificati in possesso di un portafoglio che va dai 20 milioni di euro in su), oltre che dalla robusta crescita degli asset (tra il 10% e il 15% annuo) dei consulenti che già operano per Finanza & Futuro. Si tratta di obiettivi ambizioni, che rappresentano un’accelerazione dei reclutamenti nell’ordine del 50% – se confrontati con quelli registrati negli ultimi anni, quando gli inserimenti erano ben inferiore alla centinaia – ma alla portata del gruppo.

Stefania Pescarmona
Stefania Pescarmona
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: