PREVIOUS ARTICLENEXT ARTICLE

Banca Generali completa l’acquisizione di Nextam Partners

Banca Generali completa l’acquisizione di Nextam Partners

Salva
Salva
Condividi
Francesca Conti
Francesca Conti

25 Luglio 2019
Tempo di lettura: 2 min
Tempo di lettura: 2 min
Salva
  • Il gruppo Nextam Partners è riconducibile per l’80% ai tre soci fondatori – gestori indipendenti con consolidata esperienza nel settore – e per il restante 20% ad altri azionisti italiani ed esteri

  • Il gruppo è costituito da Nextam Partners Sgr, Nextam Partners Sim – con sedi a Milano e Firenze – e Nextam Partners Ltd, con sede a Londra

  • L’acquisizione si inserisce nel più ampio percorso di crescita avviato da Banca Generali nel private banking finalizzato a rafforzare la gamma dei servizi e le competenze distintive nell’asset management e nell’advisory

Banca Generali ha completato l’acquisizione del 100% di Nextam Partners, boutique finanziaria attiva dal 2001 nell’asset e wealth management oltre che nell’advisory per la clientela private e istituzionale in Italia

L’operazione era stata anticipata già a ottobre, ma adesso è arrivata l’ufficialità. Banca Generali ha completato l’acquisizione del 100% di Nextam Partners, boutique finanziaria attiva dal 2001 nell’asset e wealth management oltre che nell’advisory per la clientela private e istituzionale in Italia. L’acquisizione, spiega una nota, si inserisce nel più ampio percorso di crescita avviato da Banca Generali nel private banking finalizzato a rafforzare la gamma dei servizi offerti e le competenze distintive nell’asset management e nell’advisory.

Con l’operazione, sottolinea la società guidata dall’amministratore delegato Gian Maria Mossa, Banca Generali si arricchisce così di ulteriori professionalità, rafforzate dai risultati e riconoscimenti ottenuti negli ultimi 18 anni dal gruppo Nextam Partners, amplia la base clienti High net worth e accelera il processo di sviluppo di nuove opportunità operative. “Il closing è previsto nel primo trimestre del prossimo anno, l’offerta è stata per il 100% del gruppo Nextam, il costo è fino a un massimo di 25 milioni e mezzo, comprende la Sgr, l’advisory e la Ltd a Londra”, aveva anticipato Mossa a novembre dello scorso anno.

Il gruppo Nextam Partners (riconducibile per l’80% ai tre soci fondatori – gestori indipendenti con consolidata esperienza nel settore – e per il restante 20% ad altri azionisti italiani ed esteri) è infatti costituito da Nextam Partners Sgr, Nextam Partners Sim, con sedi a Milano e Firenze, e Nextam Partners Ltd, con sede a Londra. Il portafoglio clienti della boutique finanziaria conta circa 2.500 clienti, per conto dei quali il gruppo gestisce circa 5,5 miliardi di euro di masse in advisory, insieme a ulteriori 1,3 miliardi in asset management.

Nell’operazione, Banca Generali è stata assistita da Dla Piper come advisor legale e da PwC in qualità di advisor finanziario. Nextam Partners, invece, da Mediobanca – Banca di Credito Finanziario in qualità di advisor finanziario e dallo studio Visentini Marchetti e Associati in qualità di advisor legale.

Francesca Conti
Francesca Conti
Condividi l'articolo
LEGGI ALTRI ARTICOLI SU:RetiBanca Generali