PREVIOUS ARTICLE NEXT ARTICLE

Azimut, raccolta in calo ad agosto

10 Settembre 2018 · Redazione We Wealth · 2 min

  • Raccolta netta agosto 2018: 215 milioni di euro

  • Raccolta netta luglio 2018: 755 milioni di euro

  • Raccolta totale da inizio 2018: 3, 4 miliardi di euro

La raccolta del gruppo Azimut ad agosto si ferma a 215 milioni di euro, oltre 500 milioni in calo rispetto al mese precedente. Pesano disinvestimenti legati a clienti istituzionali

Il Gruppo Azimut registra per il mese di agosto una raccolta netta positiva per 215 milioni di euro circa, in netto calo rispetto ai 775 milioni del mese di luglio.

La raccolta totale da inizio anno si porta così a quota 3,4 miliardi da inizio anno. Il totale delle masse, comprensive del risparmio amministrato, si attesta poi a52 miliardicirca di cui oltre 4o miliardi in masse gestite.

Il calo di oltre 500 milioni si deve al disinvestimento di istituzionali, in Italia e in generale al difficile momento di incertezza sul mercato che ha colpito molte delle reti. “Il dato positivo di agosto è maturato in un contesto di debolezza stagionale che ha risentito anche di una crescente volatilità sui mercati e di disinvestimenti legati a clienti istituzionali in Italia – commenta Sergio Albarelli, ceo del Gruppo – Le attività estere hanno ancora una volta generato dei buoni risultati su base organica”.

foto di Sergio albarelli
Sergio Albarelli - ceo Gruppo Azimut

In calo la raccolta dai fondi

Risente in particolare la raccolta dei fondi, che stando ai dati Assogestioni (che esclude la raccolta estero su estero e le commissioni di ingresso ma comprende solo i fondi comuni, gli hedge e gli alternativi) cala di oltre 29 milioni portando il patrimonio a 31 miliardi. Anche l’advisory diminuisce, per 94,2 milioni di euro, facendo registrare 1,4 miliardi per il valore patrimoniale complessivo da inizio 2018.

Considerando però che a fine 2017 la raccolta da fondi aveva in totale raggiunto 31,7 miliardi e ad agosto 2017 30,7, si può dire che rispetto all’anno scorso Azimut sta crescendo. Così anche il risparmio amministrato che ad agosto 2017 si fermava a 8,9 miliardi, a dicembre 2017 cresceva a 10,2. Nel caso dell’advisory, poi, nello stesso periodo dello scorso anno la raccolta era di poco più di un miliardo, cresceva di 120 milioni a dicembre 2017 e resgistra ora 1,4 miliardi. Bene anche le gestioni patrimoniali (8,7 miliardi ad agosto 2017 e 10,5 miliardi lo scorso agosto) e la raccolta dalle assicurazioni (6,6 miliardi ad agosto 2017 e 10,5 ad agosto 2018).

E’ bene ricordare che Azimut a fine luglio 2018 aveva registrato una raccolta netta positiva per 775 milioni, portandosi così a 3,1 miliardi da inizio anno.Il totale delle masse comprensive del risparmio amministrato si attestava a 52,7 miliardi, di cui 41,6 in masse gestite.

Redazione We Wealth
Redazione We Wealth
VUOI LEGGERE ALTRI ARTICOLI SU: